2017-2018, da chi riparte il Toro: Moretti, chioccia e leader silenzioso

2017-2018, da chi riparte il Toro: Moretti, chioccia e leader silenzioso

Punto fermo / La retroguardia granata si affiderà anche quest’anno al centrale romano per contare sulla sua esperienza e per far crescere al meglio le interessanti nuove leve

di Nikhil Jha, @nikhiljha13

Il calciomercato rivolta e mette in discussione tutto, ma ci sono volti che restano fermi e solidi oltre le intemperie, come in campo: per il Torino, uno di questi è sicuramente quello di Emiliano Moretti, che si prepara alla quinta stagione in granata. Un traguardo significativo per come è stato costruito, aggiungendo sempre un passo dove sembrava non si potesse andare più in là.

Così è accaduto anche nella scorsa stagione, quando l’ex Genoa non era certo partito con i gradi del titolare, ma doveva fungere da leader silenzioso dello spogliatoio con l’incognita del contratto in scadenza nel 2017. Poi, viste varie assenze in difesa tra infortunati e giocatori non valutati pronti, si è rivelato essere ancora una volta il momento di Moretti, che – al di sopra di ogni aspettativa – ha guidato con mestiere e talento una difesa sempre in difficoltà, ma di cui lui ha più volte dimostrato di essere l’ultimo baluardo.

Grazie e insieme a queste prestazioni è arrivato il rinnovo di contratto che lo porterà fino alla fine di questa stagione ancora in maglia granata, in ruolo che ondeggia tra il pilastro in campo e il maestro fuori, in un’annata particolare che vivrà un netto ringiovanimento in difesa. Con un’età media così bassa, figure come quella di Moretti sono essenziali, per far crescere al meglio le nuove leve.

TURIN, ITALY - MAY 06: Paulo Dybala (L) of Juventus FC clashes with Emiliano Moretti of FC Torino during the Serie A match between Juventus FC and FC Torino at Juventus Stadium on May 6, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – MAY 06: Paulo Dybala (L) of Juventus FC clashes with Emiliano Moretti of FC Torino during the Serie A match between Juventus FC and FC Torino at Juventus Stadium on May 6, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Gente come Lyanco e Bonifazi, che potrebbe trovarsi protagonista nella stagione ventura – sempre che i due in ritiro sappiano convincere Mihajlovic – potrebbe trarre solo un gran bene dai consigli e dagli insegnamenti di uno come lui, che si candida ancora una volta a diventare il leader del Torino, lontano dai riflettori e dalle telecamere, silenzioso ma fondamentale. Anche nel 2017-2018, il Toro riparte da Moretti: pilastro dentro e fuori dal campo.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. magnetic00 - 1 anno fa

    Uno dei pochi che ha l’anima granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Fb - 1 anno fa

    Moretti infinito
    Finche lui fara’ meglio dei vari Bonifazi e Lyanco, e’ giusto che giochi lui e che gli altri imparino da lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. FVCG'59 - 1 anno fa

    Professionista serio, sempre disponibile, esempio in campo e fuori per i giovani: il VERO CAPITANO DEL TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy