A.A.A. Presidente cercasi

A.A.A. Presidente cercasi

di Paolo Novelli

Il 9 luglio 2005 il Toro stava vivendo il momento più difficile e tragico della sua storia dopo Superga: il fallimento. I tifosi ancora non erano al corrente, in quella data specifica, che il Torino non sarebbe stato iscritto nel campionato di A, appena conquistato dopo i playoff, ma avevano un unico obiettivo: la cacciata del suo Cimminelli/Romero che avevano portato…

di Redazione Toro News

di Paolo Novelli

Il 9 luglio 2005 il Toro stava vivendo il momento più difficile e tragico della sua storia dopo Superga: il fallimento. I tifosi ancora non erano al corrente, in quella data specifica, che il Torino non sarebbe stato iscritto nel campionato di A, appena conquistato dopo i playoff, ma avevano un unico obiettivo: la cacciata del suo Cimminelli/Romero che avevano portato la blasonata società granata sull’orlo del precipizio. Il forum di Toronews, che è sempre stato il fulcro della tifoseria granata su Internet, si mobilitò per raccogliere del denaro utile a lanciare un appello sul noto quotidiano economico "Il Sole 24 ore", atto a sensibilizzare qualche imprenditore perchè prendesse a cuore le sorti del Toro. Urbano Cairo arrivò due mesi più tardi, ma nel periodo di tempo che intercorse prima del suo definitivo acquisto, successe tutto quanto può capitare ad una squadra in parecchi anni di vita. Ora il Toro, dopo aver consolidato la permanenza in serie A, con i recenti acquisti può ambire a sogni non più impossibili. 

Questo che segue è quanto fu scritto il 9 luglio 2005 a proposito dell’appello.

Toronews.net e il suo forum hanno l’orgoglio di poter dire di aver scritto una pagina storica nel panorama del mondo dell’informazione. Una pagina come quella che uscirà domani mattina su “Il Sole 24 Ore”, il prestigioso quotidiano economico diretto da Ferruccio De Bortoli. Una pagina a pagamento firmata da una tifoseria calcistica che si ribella all’idea di scomparire o di vivere nell’oblio: “A.A.A. Presidente Cercasi", si leggerà nell’apertura, come tutte le inserzioni che si rispettano.

Ma questa, con le quattordici righe che la seguiranno affiancate dall’immagine di un toro-rampante (con dentro la Maratona vestita a festa durante la sfida col Perugia) vuole essere la speranza di chi crede che i colori granata abbiano diritto non solo a vivere, ma a farlo con grande dignità nel calcio d’oggi. Non ne possiamo più di Cimminelli e affini. Ed allora, un imprenditore che tenga davvero alla storia unica di questa maglia, che voglia custodire gelosamente il patrimonio di affetto che lega la gente granata alla sua squadra, non può e non deve restare insensibile di fronte a questa iniziativa.

Come tutte le iniziative democratiche, è stata lasciata assoluta libertà di coscienza e di iniziativa: c’è chi per servire questa causa ha messo ha messo dieci euro, chi cento e chi è arrivato a prometterne anche di più se verrà ricostruito il Filadelfia (quello vero). Hanno aderito all’iniziativa oltre duecento contribuenti da mezza Italia, ma anche dall’estero: Svizzera, Spagna, Inghilterra, persino da New York. E’ la testimonianza di quanto toronews sia uno straordinario veicolo capace di unire la gente dal cuore Toro, anche coloro che si trovano a migliaia di chilometri di distanza. Perché la passione per i colori granata è una cosa unica. E pazienza se qualcuno non lo capisce e ci considera dei patetici sognatori.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy