Aldo Agroppi, un Torino rinato e un’eredità da scudetto

Aldo Agroppi, un Torino rinato e un’eredità da scudetto

Figurine / Compie oggi 72 anni il centrocampista arrivato in granata dalla Ternana: sotto la Mole vincerà due Coppe Italia

1 Commento

È ancora giovane, molto giovane Aldo Agroppi quando viene notato dal Torino e prelevato dalle giovanili del Piombino, ma in lui ci sono già tutte le qualità che ne faranno per sempre un idolo granata. Dopo qualche anno in prestito, l’idolo e la bandiera piano piano si costruiscono, partita dopo partita, vittoria dopo vittoria (tra le quali alcune memorabili, come il derby strappato alla Juventus proprio grazie ad un gol del centrocampista di Piombino) e trionfo dopo trionfo: per la prima volta dopo Superga, i granata tornano a vincere trofei, come le due Coppe Italia conquistate nel ’68 e nel ’71.

Nel mezzo, tanta passione e un cuore granata che neanche un banale trasferimento al Perugia potrà mai cambiare. Agroppi, che proprio oggi compie 72 anni, rimane ancora e sempre un Cuore Toro: una bandiera, capace di creare un legame con la piazza come forse oggi non ce ne sono più.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Scott - 1 anno fa

    Aldo, il Toro che vorrei vedere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy