Allenamento terminato

Allenamento terminato

nostri inviati a Omegna
Rosso / Della Casa

Giampiero Ventura ha concesso una mattinata di riposo alla squadra dopo la partita di ieri e la sessione pomeridiana, dedita prevalentemente alla preparazione atletica, sta iniziando proprio in questo momento.

Mentre il preparatore Zinetti ed il vice Sullo stanno preparando il campo per gli eserci, i giocatori si dedicano al solo torello di riscaldamento iniziando…

nostri inviati a Omegna
Rosso / Della Casa

Giampiero Ventura ha concesso una mattinata di riposo alla squadra dopo la partita di ieri e la sessione pomeridiana, dedita prevalentemente alla preparazione atletica, sta iniziando proprio in questo momento.

Mentre il preparatore Zinetti ed il vice Sullo stanno preparando il campo per gli eserci, i giocatori si dedicano al solo torello di riscaldamento iniziando come di consueto coi giovani – Oduamadi e Chiosa in questo caso – in mezzo.

Prima dell’inizio della seduta, però, Stefano Guberti è sceso in campo vestito con la divisa ufficiale da gioco, interamente granata, e si è concesso agli scatti del fotografo ufficiale del Torino Maurizio Dreosti.

L’ingresso del tecnico sul terreno di gioco ha concluso la fase di riscaldamento autogestito dai giocatori: Ventura ha chiamato a sè il gruppo e sta impartendo ai ragazzi le indicazioni per gli esercizi. Zinetti e Sullo nel frattempo hanno preparato un quadrato di gioco lungo la trequarticampo con due porte alle estermità ed hanno cominciato a distribuire pettorine verdi e arancioni ai giocatori dividendo le squadre in tre gruppi.

Da sottolineare l’assenza di Paolo Zanetti: il centrocampista, al centro delle trattative di mercato in questi giorni e spesso escluso dalle simulazioni tattiche di Ventura, è già partito in direzione di Grosseto per concludere con la firma il proprio trasferimento.

Prima di iniziare la sessione defaticante guidata da Zinetti, tutta la squadra – compresi Pagano e Gasbarroni – è tornata negli spogliatoi riemergendo con le scarpette da ginnastica: l’allenamento, quindi, proseguirà sotto il tendone giallo situato dietro una delle porte del campo da gioco sul quale è stata allestita una palestra mobile per la squadra.

Ora la squadraè a metà campo e compie esercizi con la palla e le mani:i giocatori che hano la palla devono colpire quelli che stano in centro, grande divertimento in campo.

Adesso la squadra si sposta a bordocampo per effettuare esercizi in palestra. In seguito si giocherà una partitella a ranghi misti: un allenamento di scarico per chi ha giocato.

Esercizi di tecnica individuale a coppie: i giocatori, in piedi su un tappeto elastico, devono eseguire alcuni passaggi al volo di piatto, di petto e di testa, alternando sequenze di skip e corsa calciata sul posto. Il passaggio successivo consiste nel passarsi tra le braccia coi compagni sacchi di sabbia per potenziare le gambe.

Dallo staff tecnico giunge un solo imperativo categorico: ”Scattare!”.

Ai bordi del campo sono tantissimi i tifosi che, attraverso larete, cercano di vedere i giocatori granata mentre compiono gli esercizi nella defilata area adibita a palestra.

Mentre il gruppo continua l’allenamento in palestra, iniziano ad addensarsi nubi minacciose sopra Omegna.

Alcuni tifosi fanno i complimenti a Comi e Petrachi. Piccola nota di colore, i due vengono visti parlare e seguire l’allenamento insieme, segno di una buona sintonia.

Come preannunciato ieri da Ventura, i portieri stanno compiendo un intenso allenamento agli ordini del preparatore dei portieri Zinetti. Ritmi alti per Coppola, Morello e Gomis.

Zinetti si sofferma molto a dare consigli al giovane Gomis.

Terminato il lavoro in palestra, il gruppo agli ordini di Ventura si prepara a giocare la partitella, che verrà disputata nei limiti di una sola trequarti campo, quindi con spazi molto ridotti.

Sta per cominciare la fase tattica della partita, partitella sette contro sette, il vui obiiettivo è principalmetne di crossare in messo: ci sono due corridoi laterali dove correranno i giocatori di fascia.  I ritmi sono elevati: sulle fascie ci sono a Sgrigna e Oduamadi con la pettorina arancione, mentre Chiosa e Suciu senza pettorina.

Parlano molto i giocatori tra loro, mentre sugli spalti un tifoso con il megafono: “Con Ventura la A è sicura!”.

Adesso sulle fasce si trovano con la pettorina Parisi e Basha, senza la pettorina Iori e Zavagno.

Termina questa fase d allenamento ed entrano in campo i giocatori con la pettorina verde (tra cui c’è anche Gasbarroni), contro quelli con la pettorina arancione. per quelli senza pettorina previsti esercizi di scarico. L’allenamento è lo stesso di prima.

E’ costretto a terminare in antiipo l’alllenamento Kamil Glik dopo qualche minuto di spavento: ricevuta una violenta pallonata, il calciatore cade a terra, accorrono quattro compagni e lo staff medico, ma il giocatore si rialza, forutnatamente, anche se un po’ stordito. Esce dal campo e cede il posto ad un compagno.

Ventura stoppa sovente l’allenamento per dare consigli tattici ai suoi giocatori, che lo ascoltano attentamente.

Va in rete Ebagua, e strappa applausi da tutto il pubblico: il giocatore segna infatti in semirovesciata. Bene anche Gasbarroni con i cross.

Da segnalare che in gruppo, a giocare, c’è anche Biagio Pagano: il giocatore può dirsi recuperato al 100%.

Cambiano ancora, per l’ltima volta le squadre: pettorine verdi vs senza pettorina.

Ancora una bella azione di Gabsarroni che si smarca di un avversario, poi scarta anche Coppola e mette a segno: i tifosi applaudono il giocatore dato per partente.

Termina in questo momento l’allenamento, i giocatori che hanno vinto la partitella festeggiano e trasmettono la loro felicità al pubblico, che risponde applaudendo.

(foto: M.Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy