Atalanta-Torino 2-1, la moviola: regolari i gol, i granata reclamano un penalty

Atalanta-Torino 2-1, la moviola: regolari i gol, i granata reclamano un penalty

La moviola / Nessun errore grave da parte di Aureliano, buona la gestione dei cartellini

di Redazione Toro News

È stata una direzione senza gravi sbavature quella dell’arbitro Aureliano nella gara di ieri pomeriggio, che ha visto il Torino perdere 2-1 sul campo dell’Atalanta. Il direttore di gara tuttavia, coadiuvato per l’occasione dagli assistenti Schenone e Tasso, è incappato in alcuni episodi che hanno destato qualche dubbio.

Dopo un primo tempo piuttosto bloccato, la partita decolla nella ripresa. Regolari le tre reti che decidono il match. Sull’1-0, Barrow è in posizione regolare al momento del cross per Freuler che da due passi supera Sirigu con un colpo di testa. Discorso simile anche per Ljajic che è davanti a De Roon ma è tenuto in gioco da Mancini, al momento del passaggio di Edera che porta la gara sul momentaneo 1-1. Infine, regolare anche la posizione di Castagne sul cross per Gosens: il laterale dell’Atalanta parte dietro la linea del pallone.

L’unico episodio controverso accade intorno alla prima metà della ripresa. Con il match ancora fermo sul risultato di 1-1, Gossens colpisce con la mano un tiro di Ljajic indirizzato verso la porta difesa da Berisha. Aureliano non ravvisa alcuna irregolarità e non ritiene ci siano gli estremi per fischiare il penalty. Dalla postazione Var non arriva alcuna segnalazione: analizzando le immagini si nota come il giocatore nerazzurro al momento dell’impatto si trovi molto vicino all’avversario (circa a un mezzo metro di distanza) e per di più con una posizione del corpo piuttosto congrua. Giusto non fischiare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy