Atalanta-Torino, ecco Pinilla: ex obbiettivo granata nuovamente avversario

Atalanta-Torino, ecco Pinilla: ex obbiettivo granata nuovamente avversario

Verso Atalanta-Torino / Il cileno era nel taccuino di Petrachi già la scorsa estate, ma non si fece nulla. Anche a gennaio era forte l’interesse del club granata.. 

 

Atalanta-Torino sarà una sfida dalle variegate emozioni: dagli ex-Bianchi e Reja da una parte, a Basha dall’altra, passando anche per uno che ex non lo è mai stato, ma che per qualche sessione di mercato è stato affiancato pesantemente al club granata. Il suo nome è Mauricio Pinilla.

“Il Toro ha aspettato troppo, l’Atalanta si è mossa prima”. Queste le dichiarazioni di appena 2 mesi fa firmate dall’attaccante cileno, per spiegare ai giornalisti il perché del suo arrivo a Bergamo dopo che era stato corteggiato anche dal club di Cairo. Un problema di tempi, dunque, secondo l’attaccante cileno.

La realtà, comunque, ci dice che non sono stati solamente i tempi a remare contro il Torino e al suo obbiettivo, quanto piuttosto la distanza tra offerta e domanda, con il presidente nerazzurro Percassi decisamente più determinato a scucire quei soldi utili all’acquisizione di Pinilla di quanto, in realtà, non fosse Cairo, che cercava insieme e Petrachi una soluzione più low cost, poi materializzatasi in Maxi Lopez.

Tuttavia, l’interesse del club di Via Arcivescovado per l’attaccante ex-Cagliari non è roba nuova e va oltre le voci dell’ultimo mercato di riparazione. La scorsa estate, infatti, il Toro aveva dichiarato apertamente il proprio interesse per l’allora cagliaritano, ma il Genoa fu più veloce, con il club granata che comunque non avrebbe potuto muoversi fino alla eventuale – poi concretizzatasi – vendita di Cerci, che avrebbe liberato una slot lì davanti. Quella slot, però, si libererà solo l’ultimo giorno di mercato, quando Amauri sarà l’unico rimpiazzo possibile per sostituire l’allora numero 11 granata. 

Un destino, dunque, che non ha voluto far coincidere il cammino di Pinilla con quello del Torino, ma che ancora una volta li propone da avversari, pronti a scrivere sul campo quello che le voci, le speculazioni, persino le firme contrattuali, non possono dire/dare.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy