Athletic Bilbao-Sassuolo 3-2: il Torino resta l’unica italiana vincente al San Mamès

Athletic Bilbao-Sassuolo 3-2: il Torino resta l’unica italiana vincente al San Mamès

Europa League / I neroverdi cadono in trasferta e salutano matematicamente la competizione: sconfitte anche per Inter e Fiorentina, goleada della Roma

Era il 26 febbraio 2015, tra le tante partite in programma valide per i Sedicesimi di Finale di Europa League ne veniva disputata una destinata a rimanere incisa nella storia: il Torino di Giampiero Ventura infatti, dopo il 2-2 interno dell’andata, scendeva in campo al San Mamès. I sigilli di Quagliarella, Maxi Lopez e Darmian trascinavano i granata all’impresa e la vittoria finale per 3-2 decretava non soltanto il passaggio del il turno, ma incoronava anche il Torino come la prima squadra italiana in assoluto a trionfare nella cattedrale basca, tra le mura dell’Athletic Bilbao. Un primato assoluto destinato, almeno per questo momento, a restare tale: ieri sera infatti un’altra italiana è stata di scena in quello stesso teatro ma l’esito finale è stato diametralmente opposto.

Athletic Bilbao-Sassuolo 3-2 – Si è conclusa alla quinta giornata l’avventura del Sassuolo in questa sua prima edizione di Europa League: gli uomini di Di Francesco hanno collezionato appena 5 punti e sono matematicamente eliminati dalla competizione con una giornata di anticipo. Decisiva proprio la sconfitta al San Mamès, 3-2 in favore dei padroni di casa il risultato finale: un iniziale autogol di Balenziaga aveva messo la strada in discesa per i neroverdi, che però sono stati rimontati da Raul Garcia, Aduriz e Lekue; a nulla è servito il sigillo finale di Ragusa. Il Sassuolo non è quindi riuscito a bissare l’impresa granata e deve salutare la Coppa, lo farà nell’ultima giornata del girone nella quale deve ancora ospitare il Genk primo nel gruppo E.

Roma-Viktoria Plzen 4-1 – Alle 21.05. è scesa in campo anche la Roma che porta l’unica nota lieta di questa serata di Europa League per lo Stivale: i giallorossi travolgono il Viktoria Plzen e si confermato primi – ora matematicamente – nel girone D. Spettacolo puro allo Stadio Olimpico, frutto della tripletta di un Ediz Dzeko sempre più capocannoniere capitolino e della magia di Diego Perotti in rabona, inutile il gol di Martin Zeman. Nell’ultima giornata i ragazzi di Spalletti saranno ospiti sul campo dell’Astra Giurgiu.

ACF Fiorentina v FC Internazionale Milano - Serie A

Fiorentina-PAOK 2-3 – Non portano gioie tra i confini italiani invece le due sfide giocate alle 19.00: la Viola cade al Franchi all’ultimo minuto al termine di un match in cui succede davvero di tutto. PAOK che si porta subito in vantaggio di due reti grazie ai sigilli di Shakhov e Campos, poi arriva la rimonta dei padroni di casa con Bernardeschi e Babacar; quando la sfida sembra essere indirizzata sul pareggio che avrebbe dato la matematica qualificazione alla Fiorentina, gli ospiti passano al 93′ con Rodrigues. La formazione di Sousa resta prima nel girone J, ma ‘solo’ a +3 sulla seconda e si gioca il primo posto proprio nello scontro diretto in casa del Qarabag.

Beer Sheva-Inter 3-2 – Eliminata addirittura come ultima nel gruppo K l’Inter che ieri pomeriggio – anche in questo caso ore 19.00 – ha fallito l’ultima occasione disponibile: in doppio vantaggio con Icardi e Brozovic, i nerazzurri si fanno rimontare dalle reti prima di Maranhao, poi su Nwakaeme su calcio di rigore con annessa espulsione di Handanovic per doppio giallo che condiziona inevitabilmente il proseguo dell’incontro. La doccia fredda arriva anche in questo caso al 93′ con il sigillo di Ben Sahar: si tratta di un’eliminazione particolarmente dolorosa, l’esito dell’ultimo incontro casalingo contro lo Sparta Praga primo nel girone sarà indifferente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy