Attenzione Toro, i veneti segnano con facilità

Attenzione Toro, i veneti segnano con facilità

Diciassette punti in nove partite il Toro, ventidue in dieci il Padova. Dal momento del cambio di allenatore, con l’arrivo di Dal Canto al posto di Calori nella città veneta ed il Lerda-bis a Torino, le due squadre hanno iniziare a macinare punti e domenica si troveranno di fronte per la regina delle partite di questa serie B. Solo una andrà ai playoff, l’altra mestamente chiuderà la propria stagione e abbandonerà…

Diciassette punti in nove partite il Toro, ventidue in dieci il Padova. Dal momento del cambio di allenatore, con l’arrivo di Dal Canto al posto di Calori nella città veneta ed il Lerda-bis a Torino, le due squadre hanno iniziare a macinare punti e domenica si troveranno di fronte per la regina delle partite di questa serie B. Solo una andrà ai playoff, l’altra mestamente chiuderà la propria stagione e abbandonerà i sogni promozione. A vantaggio dei granata ci sarà il fattore campo, che tuttavia nel 2011 non ha dato grandi vantaggi. Appena tre i successi ottenuti all’Olimpico, così come quelli in trasferta. Serve un deciso cambio di marcia, in ottica di eventuali playoff nei quali proprio davanti al proprio pubblico il Toro dovrà costruire i suoi successi.

Dando uno sguardo alle statistiche totali, emerge come la differenza reti sia nettamente in favore dei biancoscudati, che hanno fino ad ora realizzato 61 gol. Solo il Siena ha fatto meglio in serie B. 48, invece, le reti subite, che valgono l’undicesimo posto nella speciale graduatoria. Poco meglio la squadra di Lerda sotto questo aspetto, con 46 gol al passivo in 41 gare. Decisamente inferiore, invece, il ruolino offensivo del Toro rispetto al Padova: appena 49 i gol messi a segno, 19 dei quali da Bianchi. Anche AlbinoLeffe e Piacenza hanno fatto meglio.

Infine, diamo uno sguardo ad una classifica curiosa, quella dei punti proporzionati. Una vittoria ottenuta contro una squadra di primo piano vale molto di più di quella ottenuta contro una di livello medio-basso. Ebbene, qui il Padova è settimo (i tifosi granata sperano che ciò possa essere di buon auspicio) ma il Toro è molto più giù, addirittura tredicesimo, dietro a squadre come Sassuolo, Ascoli e Piacenza. Numeri, nulla di più, ma che testimoniano come i granata abbiano sempre fatto fatica contro le big. Non è un caso che contro le prime otto sia arrivata una sola vittoria, al cospetto del Novara. La speranza è che proprio domenica questo trend si possa modificare.

(foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy