Avanti con Amoruso-Stellone

Avanti con Amoruso-Stellone

di Edoardo Blandino

Si prospetta un difficile impegno domenica sera per i granata di De Biasi. Il Milan arriva da un periodo di forma ottimo e dopo la partenza a rilento gli uomini di Ancelotti hanno cambiato marcia ed hanno scalato la classifica fino a raggiungere il secondo posto a un punto dai cugini nerazzurri. Merito di una ritrovata consapevolezza della propria forza e di una solidità difensiva…

Commenta per primo!

di Edoardo Blandino

Si prospetta un difficile impegno domenica sera per i granata di De Biasi. Il Milan arriva da un periodo di forma ottimo e dopo la partenza a rilento gli uomini di Ancelotti hanno cambiato marcia ed hanno scalato la classifica fino a raggiungere il secondo posto a un punto dai cugini nerazzurri. Merito di una ritrovata consapevolezza della propria forza e di una solidità difensiva che era mancata nei primi impegni. Otto i gol totali subiti di cui cinque nelle prime tre partite. Questo passivo rende i rossoneri la seconda migliore difesa insieme alla Juventus ed appena un gradino sotto l’Inter. Una retroguardia quindi in forma che negli ultimi sette match ha incassato appena tre reti. Sarà dura bucare la porta di Abbiati, anche se i granata ce la metteranno tutta. La squadra, nonostante il risultato negativo, è piaciuta contro il Catania ed è probabile che il mister confermi la maggior parte degli uomini, sostituendo solo gli squalificati e gli eventuali acciaccati. Stellone ha trovato una buona continuità ed il suo rendimento ne sta beneficiando. Contro gli etnei ha mostrato di essere anche tecnicamente ben dotato, riuscendo in diverse occasioni a sgusciare via palla al piede a tre avversari. Il compagno di reparto più indicato per fare coppia con il numero 30 è attualmente Amoruso. I due si integrano bene e stanno affinando l’intesa partita dopo partita. Tuttavia il centravanti pare affaticato e sta svolgendo molto lavoro differenziato. Questo è già successo nelle ultime settimane, tanto da far sperare a Bianchi di ottenere una maglia da titolare, ma alla fine l’ex reggino è sempre sceso in campo regolarmente dal fischio di inizio. Visti i precedenti viene da pensare che succederà lo stesso anche domenica sera. In ogni caso gli altri attaccanti stanno alla finestra e guardano l’evolversi della situazione, tenendosi pronti nel caso il mister decida di sorprendere tutti con decisioni inaspettate dell’ultimo minuto, che però non sono da escludere del tutto. Nell’allenamento di ieri De Biasi ha provato diversi abbinamenti di attacco per poi concludere con la coppia che fece la fortuna degli amaranto qualche stagione fa: Amoruso-Bianchi. L’ex punta Man City scalpita ed appare l’indiziato numero uno a prendere il posto di un compagno, in caso di eventuale forfait di un titolare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy