Barreca, da pezzo pregiato a partente: in una stagione il capovolgimento

Barreca, da pezzo pregiato a partente: in una stagione il capovolgimento

Focus on / Nemmeno un anno dopo lo striscione di Bormio, il terzino è pronto a salutare il Torino

di Alberto Giulini, @albigiulini

“Non si vende Barreca” recitava uno striscione affisso a Bormio dai tifosi granata nemmeno un anno fa. Il terzino cresciuto nel vivaio del Toro era infatti considerato uno dei pezzi pregiati a disposizione del tecnico, un gioiellino da sgrezzare. Ci si aspettava il definitivo salto di qualità, ma quella che sarebbe dovuta essere la stagione della consacrazione si è trasformata in un vero e proprio incubo. Un campionato all’insegna dei problemi fisici, che hanno tenuto a lungo il terzino lontano dal terreno da gioco. E, quando chiamato in causa, Barreca ha faticato ad imporsi, mostrandosi poco brillante e continuando a palesare carenze in fase difensiva.

Complice anche un buonissimo girone di ritorno di Ansaldi, il terzino scuola Toro non è mai riuscito a convincere Mazzarri. Anzi, il tecnico granata, in più di un’occasione, ha fatto trapelare giudizi non propriamente positivi sul giocatore. Così, a nemmeno un anno di distanza, Barreca è passato da pezzo pregiato a giocatore in uscita.

26 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Minotauro - 3 mesi fa

    era per Fanfaron

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Minotauro - 3 mesi fa

    Ho letto, ho letto grazie…ma rimane il fatto che con un contratto in essere rimane sempre una sua scelta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FanfaronDeMandrogne - 3 mesi fa

      Assolutamente si, ma la sua situazione attuale è veramente “poco edificante” per le sue possibilità di carriera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. iard68 - 3 mesi fa

    Non è un fenomeno Barreca… Se il Monaco lo vuole e lo paga è un bene che venga venduto. Tra un anno (in panca) varrà ancora meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Michele Nicastri - 3 mesi fa

    Giocatore mediocre che sarebbe stato venduto meglio l’anno scorso.
    Il mercato si fa con lucidità e raziocinio, non assecondando gli striscioni sventolati a Bormio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13657710 - 3 mesi fa

    Madama granata- ieri sembravo la sola a difendere BARRECA IN GRANATA: mi hanno scritto “rassegnati”!
    Ora vedo che in tanti la pensate come me! Incomincia a “starmi sullo stomaco” Mazzarri: uno lo prende xché giocava tra i giovani del Napoli, l’altro lo vuole xché giocava nel Watford, il terzo forse xché conosciuto in spiaggia o nel suo ristorante preferito!!!
    Io penso che prima di disfare lo “zoccolo duro” di una squadra, prima di malgiudicare e far fuori i giovani più promettenti, cresciuti nell’ambiente, stimati ed amati dai tifosi, anche un allenatore nuovo e di “chiara fama” dovrebbe andare con i piedi di piombo! Se i malanni fossero una colpa, a Lyanco il signor Mazzarri non dovrebbe neppure far pagare il biglietto aereo di ritorno (ammesso che prima o poi il calciatore brasiliano decida di tornare!).
    Barreca, ahimè, fa benissimo ad andarsene, e non X colpa sua! Non è stimato, è stato l’unico X cui non ci sono state attenuanti, è stato subito malgiudicato quando, al rientro da una lunga assenza, e convalescente, non poteva certo dare il massimo! Una seconda chance gli è stata negata! Che doveva fare? Rassegnarsi ad appassire in panchina a ventitré anni? La sua rivincita è essere richiesto e ben valutato dal Monaco, una signora squadra!!! Io gli auguro ogni bene, e spero che con i suoi successi sappia farsi caldamente rimpiangere da chi nel Toro non lo ha voluto tenere!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. al66 - 3 mesi fa

    Se nn sbaglio lo sta richiedendo il Monaco.
    Non proprio una squadretta a livello europeo.
    D’altronde mazzarri nn è un allenatore che si distingue per lanciare giovani.
    Se voleva l’altro anno a giochi fatti poteva mettere sia Barreca che Bonifazi titolari per valutarli.
    Rassegnarci.
    Ci vorrebbe anche un po’ di coraggio con gli allenatori (De Zerbi Longo Stroppa).Gente che ha dimostrato di saper lavorare con i giovani.
    Anche perché negli ultimi anni la ns primavera ha saputo sempre essere al top.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13814870 - 3 mesi fa

    che errore ..che delusione vendere Barreca..Non so cosa c’è sotto.come mai. .che peccato un nostro ragazzo. Non è una genialata. Poi al Monaco .mica una bazzecola. staremo a vedere a mercato chiuso chi arriverà ad entusiasmarci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Minotauro - 3 mesi fa

    Ragazzi è inutile scannarsi tra di noi e anche qui trovare terreno fertile x dividerci. La realtà dei fatti è che a Barreca del Toro interessa relativamente, quando c’è di mezzo il dio denaro vale solo quello e il fatto che Antonio venga dal vivaio evidentemente per lui non è abbastanza. Di cosa stiamo parlando??? Se fosse realmente attaccato alla maglia, alla sua età avrebbe tutte le carte per potersi mettere in discussione con la “sua” squadra. Direbbe “non me ne frega nulla della ligue1 e dei soldi del Monaco, voglio giocarmela col mio Toro ad ogni costo per riscattare la scorsa stagione!” …e invece? Come tutti i calciatori di questa generazione pensa ai suoi interessi assecondando il lavoro del suo procuratore, mentre noi siamo qui e lo saremo sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FanfaronDeMandrogne - 3 mesi fa

      Vale per te la stessa risposta da me postata sotto:

      …eh si…magari dopo l’anno funestato di infortuni e pubalgia, per quei pochi scampoli di partita che ha giocato, essendo chiaramente fuori forma, per convincere Mazzarri doveva “mettersi in gioco” con le stampelle…!!!

      Ovviamente della buona stagione fatta con il serbo, malgrado fosse stato buttato in campo allo sbaraglo dopo l’infortunio di Molinaro nemmeno una parola, vero…???

      In quanto al resto, se l’allenatore non mi può vedere, mi estranea dalla squadra e dice che non sono parte del “suo” progetto, allora ho tutto il diritto di chiedere al mio provcuratore di guardarsi intorno e di potermi giocare le mie carte dove sono benvoluto e meglio pagato.

      Oppure Antonio, a sentir te, non ha nemmeno questo diritto e deve “attaccarsi” alla panchina per tutto l’anno, con Mazzarri che nemmeno lo considera, salvo che si infortunino tutti i suoi “pari ruolo”…????

      Ma per favore….!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Minotauro - 3 mesi fa

        Come tutti ha il diritto e la libertà di fare ciò che vuole per il suo futuro, esattamente come io ho il diritto di pensarla diversamente da te. Siamo qui x esprimere opinioni nel rispetto altrui. Il mio commento era più che altro una presa di coscienza del fatto che non ha senso fare distinzione tra “canterano” e non, xké tanto ormai i valori del calcio oggi sono ben altri. In ogni caso invidio la tua convinzione del fatto che vada via causa Mazzarri…io non ho queste certezze, cosi facendo sei tu che invece non prendi minimamente in considerazione il desiderio personale di un ragazzo che intravede la svolta della sua vita lontano da casa, ma attraverso una via più semplice rispetto al sacrificio di giocarsi il posto in questo Toro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. FanfaronDeMandrogne - 3 mesi fa

          E io rispetto il Tuo pensiero, ci mancherebbe altro.
          Che i valori del calcio siano altri è assodato e rispauto, che non esista distinzione tra “canterano” e non, beh io non ne sarei troppo sicuro, visti i risultati nelle squadre spagnole e, a casa nostra, di realtà calcistiche meno importanti ma che, ogni anno, “sfornano” prodotti del vivaio che giocano con continuità in prima squadra.

          La mia non è una convinzione e non sono io a dirlo:

          “Non solo Niang e Ljajic. Nel nervoso spogliatoio del Torino c’è anche un caso Barreca: Tuttosport riporta il malessere e la delusione del giovane terzino granata, escluso dai titolari per la partita contro la Fiorentina nonostante l’infortunio in allenamento di De Silvestri, che lo stesso Mazzarri dopo il match ha spiegato essere “non al meglio”.

          Una pesante bocciatura per l’esterno 23enne che non riesce a conquistare la fiducia del mister toscano e ha preso molto male la decisione, raccontano le fonti riportate dal quotidiano torinese. Il giocatore si è sentito poco stimato, e a fine stagione chiederà di essere ceduto per trovare possibilità e nuove motivazioni altrove se non gli verrà concesso sufficiente spazio in futuro.” (Virgilio Sport)

          “Feeling mai sbocciato con il tecnico Mazzarri, Barreca è dunque pronto a trasferirsi in Francia al Monaco”. (Noi Granata)

          …e potrei continuare all’infinito.

          Forse quello che non hai compreso è che Barreca è stato bocciato da Mazzarri (leggi sopra) e dunque ha scelto l’unica strada possibile per poter dare una svolta alla sua vita e giocarsi le proprie carte, vale a dire andare in un club che lo vuole e che, dunque, lo stima, certamente meglio pagato, e soprattutto che giocherà nell’El (se non sbaglio, ma se fosse CL sarebbe ancora meglio) e dunque cona una “visibilità internazionale” che la Cairese al momento può solo sognare.

          Chiamalo fesso…!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. RifiutoUrbano - 3 mesi fa

    Urbano da via pure Bonifazi tanto abbiamo il pregiudicato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. granata - 3 mesi fa

    C’ è un campionato del mondo di calcio, ci sono Nazionali di medio calibro (lasciamo perdere le più forti, tanto sappiamo che da noi un investimento di medio/alto profilo non si farà mai): ad esempio, Messico, Colombia, Svizzera, Danimarca, Serbia, Polonia, per non parlare di Svezia e Croazia. Il Torino ha qualche osservatore? Tiene d’ occhio qualcuno? Possibile che nelle “rose” non si trovino elementi interessanti? Possibile che con 10-15 milioni (quelli che si stanno spendendo) non si possa acquistare un elemento di caratura internazionale? Mistero o, meglio, debolezza di uno staff tecnico che per azzeccarne uno ne compra 7-8. Non dimentichiamoci che l’ anno scorso la stagione è stata compromessa dai flop di Niang, Berenguer, Ljanco e Sadiq.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ddavide69 - 3 mesi fa

    Personalmente penso che se barreca vuole andare via perché non si trova con Mazzarri non possiamo farci granché… Piuttosto io avrei cercato di prendere barak dell udinese o uno d esperienza come hector herrera, il messicano del porto. Per il primo servivano almeno dodici o tredici milioni, col secondo credo almeno venti. Ma noi a centrocampo facciamo pietà è li che si dovrebbero mettere i soldi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      E aggiungo se devo dirla tutta , anche se a molti non piacerà, che a centrocampo servirebbe avere almeno un giocatore di livello internazionale, esempio laxalt o appunto herrera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. legolas - 3 mesi fa

    WM non ha mai nascosto di essere un CT con pregiudizi…aka Adem…Esattamente quanto sopra, Antonio e’ considerato talmente male che lo vuole il Monaco. Un ragazzo di cuore granata messo in disparte cosi’ e’ vergognoso…d’altronde non ci si puo’ aspettare altro da una dirigenza slash ct diquesto livello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FanfaronDeMandrogne - 3 mesi fa

      ..e da dei “tifosi” che insultano i nostri Ragazzi, bollandoli come brocchi…!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. steacs - 3 mesi fa

    Talmente scarso che lo cerca il Monaco… articoli per screditare i partenti e osannare gente come Verissimo che nessuno ha mai visto giocare, fate pena!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-13815609 - 3 mesi fa

    io poi confermerò ancora dandogli più fiducia e se proprio non va a gennaio sul mercato
    tanto oramai è svalutato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. tric - 3 mesi fa

    Maledetta pubalgia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FanfaronDeMandrogne - 3 mesi fa

      …fosse stata solo quella, tric…!!!

      …se vuoi che un Ragazzo Giovane si “sgrezzi”, si valorizzi e diventi un ottimo giocatore, ci vuole la società giusta, che creda in lui, il DS giusto, che lo valorizzi come merita, l’allenatore giusto, che lo segua assiduamente e che lo “cazzi” quando è necessario “cazziarlo”, ma che lo “accarezzi”, quando merita una carezza, ma soprattutto ci vogliono Tifosi che “facciano muro” e che non permettano certe assurdità.

      Purtroppo, per il momento, Gasperini e Di Francesco sono “impegnati” in aòtri lidi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Joker - 3 mesi fa

      Non sono stati solo gli infortuni per diventare grandi bisogna anche crescere dentro se a quell’età non sei disposto a metterti in gioco e dimostrare al mister cosa vali difficile che diventerai qualcuno.
      Nessun allenatore è stupido se un giocatore è valido prima o poi lo spazio lo trova. Non basta esser cresciuto nella ns primavera per diventare un campione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FanfaronDeMandrogne - 3 mesi fa

        …eh si…magari dopo l’anno funestato di infortuni e pubalgia, per quei pochi scampoli di partita che ha giocato, essendo chiaramente fuori forma, per convincere Mazzarri doveva “mettersi in gioco” con le stampelle…!!!

        Ovviamente della buona stagione fatta con il serbo, malgrado fosse stato buttato in campo allo sbaraglo dopo l’infortunio di Molinaro nemmeno una parola, vero…???

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Michele Nicastri - 3 mesi fa

          Ma quale buona stagione l’anno scorso??? Abbiamo preso una barca di gol perché dal suo lato c’era una voragine!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. FanfaronDeMandrogne - 3 mesi fa

            …hai calcolato quanti minuti ha giocato, in questa stagione, tra infortuni, pubalgia e allenamenti centellianti…???

            E poi con il serbo è verissimo che ha sbagliato, ma era la sua prima stagione allo sbaraglio per l’infortunio di Molinaro.

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy