Baselli, sedotto e abbandonato dal Milan: ora un’altra vendetta

Baselli, sedotto e abbandonato dal Milan: ora un’altra vendetta

Il retroscena di mercato / Il centrocampista granata non ha intenzione di mollare: il Torino ha bisogno delle sue giocate, contro i rossoneri l’ultima prestazione di livello

Baselli in Torino-Milan pagellle

Dal Milan… al Milan! Daniele Baselli arriva a San Siro dopo una serie di prestazioni personali – e di squadra – molto sottotono: i rossoneri potrebbero essere ‘avversario giusto per la svolta, visto che proprio contro gli uomini di Mihajlovic all’andata si era accesa per l’ultima volta la stella del classe ’92 ex Atalanta.

Le occasioni create da Baselli

OCCASIONE D’ORO – Una stella che da quel momento ha subito un’involuzione abbastanza decisa e netta, al pari del gruppo granata, che dopo la sconfitta di Carpi e il pari contro il Milan procedettero in caduta libera in classifica, con proprio Baselli protagonista poco positivo. Perchè è questa la croce e la delizia dei giocatori importanti: osannati all’inverosimile quando determinanti, attaccati invece se le cose non vanno per il verso giusto. Il cammino del numero 16 granata, dalla partita contro il Milan, non è più stato lo stesso: l’intensità delle sue giocate è calata, e anche la lucidità in fase d’inserimento non pare più la stessa. Sabato Baselli avrà un’occasione d’oro: giocare al massimo a San Siro contro il Milan, per ricominciare là dove si era fermato un girone fa.

Le trame di gioco con Baselli

SEDOTTO E ABBANDONATO – Una sfida non comune, inoltre, per il ragazzo granata: il Milan, infatti, è stato il club a cui ha segnato di più, contro il quale ha sfoderato la miglior prestazione. Che sia un modo per prendersi una personale rivincita? Forse, giacché i rossoneri per anni lo hanno seguito da vicino, senza mai davvero affondare il colpo. Sedotto e abbandonato dal quel club in cui molti dei ragazzini nati negli anni novanta avrebbero voluto giocare da grandi. All’andata promise una rete e tornando in campo dall’infortunio patito contro il Palermo, mantenne la promessa.

Fu una delle ultime prestazioni di livello assoluto da parte dell’attaccante che sfiorò la Nazionale maggiore, grazie alla sua partenza strepitosa in campionato. E ora, riecco il Milan davanti a lui: l’occasione giusta per tornare a scuotere il cuore e l’anima dei tifosi granata…

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 2 anni fa

    Baselli è importantissimo per il gioco del Toro, oserei dire addirittura indispensabile. Non a caso le sue migliori prestazioni sono coincise con il momento migliore della squadra, mentre il suo appannamento è andato di pari passo con quello dei granata. Può essere in futuro per il Toro quello che è stato Pirlo per la juve.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. biziog - 2 anni fa

    ma vorrei capire come vengono calcolate queste occasioni create dai giocatori del Toro… mi sembra impossibile che Baselli sia l’assist man migliore…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mik - 2 anni fa

      Se consideriamo che gli altri assist-man sarebbero glick,moretti,bovo,maksi,gazzi,vives,aquah…perche solo il nostro mister li vede e li fa giocare come tali…tutto ha piu senso!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy