Belotti ed Italia: l’Israele per reagire. Ljajic può blindare la qualificazione

Belotti ed Italia: l’Israele per reagire. Ljajic può blindare la qualificazione

Nazionali / I due gioielli granata in campo alle 20.45: il Gallo – e gli azzurri – per ripartire, Irlanda-Serbia vale invece l’intero girone

Comincia quest’oggi in casa Torino la settimana di preparazione al match valido per la terza di campionato, che domenica vedrà i granata scendere in campo a Benevento: non è tuttavia ancora al completo l’organico che sta lavorando in questi giorni agli ordini di Mihajlovic per via degli impegni delle Nazionali nel corso di questa sosta. Tra qualche giorno tutti saranno ormai rientrati all’ombra della Mole alle dipendenze del tecnico serbo, ma al momento la testa è ancora focalizzata alle sfide da disputare con le rispettive Selezioni: tra gli altri (qui il calendario completo), nella giornata odierna tocca nuovamente ai due gioielli granata scendere sul terreno di gioco.

In contemporanea infatti, con fischio d’inizio alle ore 20.45, Andrea Belotti ed Adem Ljajic vedranno cominciare il proprio secondo impegno di questa sosta, entrambe partite ufficiali per le qualificazioni al Mondiale 2018: l’importanza dei due impegni è paragonabile, mentre invece la difficoltà – almeno in partenza – e la situazione sono diametralmente opposti. Gli azzurri ospiteranno infatti al Mapei Stadium l’Israele per ripartire dopo la prima – molto pesante – sconfitta patita pochi giorni fa nel Gruppo G: persa la testa della classifica nello scontro diretto con la Spagna, le chance di una qualificazione diretta si riducono ad un lumicino per l’Italia, che però questa sera dovrà dimostrare di saper reagire a questa situazione e confermare senza troppi patemi il secondo posto, obiettivo minimo, di modo da accedere a tempo debito agli spareggi. Difficilissima infatti ormai la rimonta ai danni delle Furie Rosse, impegnate in Liechtenstein. Giampiero Ventura sembra orientato a confermare il Gallo dal primo minuto.

Dall’altra parte c’è invece una Serbia che, non avendo sprecato l’occasione contro il fanalino di coda Moldavia (3-0) pochi giorni fa, ha compiuto il sorpasso sull’Irlanda che si è fatta riprendere in Georgia per 1-1: le due Nazionali erano appaiate alla guida del Girone D e quindi adesso la compagine di Adem Ljajic vanta due punti di vantaggio. Proprio questa sera ecco però lo scontro diretto tra le due Selezioni, all’Aviva Stadium di Dublino: un big match che può valere da solo la qualificazione poichè, in caso di vittoria, la Serbia blinderebbe di fatto il primo posto, mentre i padroni di casa faranno logicamente di tutto per riaprire il girone effettuando il contro-sorpasso. Una sfida che si preannuncia spettacolare, da non perdere assolutamente: il trequartista granata contro la Moldavia è partito in panchina ed un eventuale turnover potrebbe portarlo alla maglia da titolare, ma è più plausibile che il CT voglia confermare il blocco vincente e che dunque la chance per Ljajic arrivi a partita in corso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy