Bjelanovic: ‘Il Toro, un’occasione d’oro’

Bjelanovic: ‘Il Toro, un’occasione d’oro’

Nel primo pomeriggio di oggi presso il centro sportivo dei Ronchi Verdi a Torino è stato presentato l’ambizioso ed innovativo progetto del Lottogiaveno. La squadra della provincia torinese lega il proprio nome al celebre marchio d’abbigliamento sportivo in una partnership che prevede la sperimentazione di materiale tecnico (scarpe che seguono la conformazione dei piedi del singolo…

di Federico Floris

Nel primo pomeriggio di oggi presso il centro sportivo dei Ronchi Verdi a Torino è stato presentato l’ambizioso ed innovativo progetto del Lottogiaveno. La squadra della provincia torinese lega il proprio nome al celebre marchio d’abbigliamento sportivo in una partnership che prevede la sperimentazione di materiale tecnico (scarpe che seguono la conformazione dei piedi del singolo giocatore) unitamente ad una particolare attenzione per il fair play messo in campo da tutte le formazioni, dai Pulcini alla prima squadra.
A tale avvenimento hanno partecipato anche Gabriele Cioffi e Sasa Bjelanovic, poiché entrambi utilizzano scarpini marchiati Lotto.

In particolare è stata la prima uscita ufficiale di Bjelanovic come giocatore del Toro, in attesa di partire domani con il resto della squadra per il ritiro di Malles in Sud Tirolo.
L’attaccante ex ascolano ha mostrato tutto il proprio entusiasmo per essere approdato nella società granata: “Sono pronto per cominciare quest’avventura, fare parte di questa squadra gloriosa è motivo di grande orgoglio personale. Non capita tutti i giorni di approdare in una società così importante ed io spero di ripagare la fiducia che è stata riposta in me”.
Il centravanti croato mostra da subito umiltà ed idee chiare dicendo che non sarebbe giusto promettere ai tifosi 20 gol, bottino mai raggiunto in carriera, ma assicura da subito impegno massimo, “fino all’ultima goccia di sudore”.

A chi gli fa notare che al momento la rosa del Toro prevede molti attaccanti Sasa ribatte: “Il prossimo campionato sarà davvero molto competitivo ed una squadra che vuole fare bene deve necessariamente avere in organico diverse soluzioni. Bisognerà lottare per guadagnarsi il posto in squadra”.
Anche per quanto riguarda gli obiettivi stagionali della società granata il ragazzo di Zara preferisce restare con i piedi per terra, sottolineando la caratura delle formazioni avversarie e indicando in una salvezza da raggiungere il prima possibile il vero, reale, imprescindibile obiettivo del Toro.
Della rosa attuale Sasa conosce Comotto e Melara (compagni ad Ascoli) ed apprezza in modo particolare le qualità di Corini, uomo di classe ed esperienza.  
La conclusione è per i tifosi: “Spero di farmi apprezzare da tutto l’ambiente per quelle che sono le mie qualità e per l’impegno con cui affronterò questa nuova avventura”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy