Bologna-Torino, perché si e perché no: granata in forma, felsinei affamati

Bologna-Torino, perché si e perché no: granata in forma, felsinei affamati

Verso il match / 3 motivi per credere nel Torino, 3 motivi per avere paura del Bologna

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

PERCHÉ SÌ, PERCHÉ NO

Torino FC v Frosinone Calcio - Serie A

Finalmente torna la Serie A: nel giorno della vigilia di Bologna-Torino, analizziamo il match fornendo tre motivi per credere nel Torino e altrettanti per temere il Bologna. I rossoblù infatti, arrivano da due vittorie casalinghe consecutive e al Dall’Ara riescono ad esprimersi come in trasferta non gli riesce. Il Torino invece può contare su un Belotti affamatissimo e su uno stato di forma che continuerebbe a Bologna se venisse centrata la terza vittoria consecutiva.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granata - 3 settimane fa

    Definire il Torino in forma dopo le due vittorie di misura (e con non poche perplessità rispetto al gioco espresso) contro le peggiori formazioni di Serie A mi sembra un po’ ec ìcessivo. Diciamo che il Bologna è un test valido per verificare se finalmetne la squadra è cresciuta dal punto di vista della manovra e della personalità. Anche se pure il Bologna non è che sia un rombo di tuono. Il fatto positivo è che Mazzarri, dopo tanti tentennamenti pare si sia convinto a schierare la coppia Belotti-Zaza, con al fianco Iago Falque. E’ l’ unica soluzione in grado di dare qualità e potenza all’ attacco, due doti che finora sono mancate. Auspico che il tecnico trovi un posto anche a Soriano, altro giocatore di qualità su cui varrebbe la pena di insistere così come senzxa grandi risultati si è fatto con Baselli. Qualche tempo fa scrissi che il Torino poteva giocare benissimo con il quintetto composto da Iago Falque, Ljiajc, Belotti, Soriano e Zaza e qualcuno ironizzò. Bene: Mancini per ridare smalto alla Nazionale ha messo in campo contemporaneamente Verrati, Jorghino, Insigne, Bernardeschi e Chiesa e il gioco è migliorato in modo esponenziale. Una Nazionale dai piedi buoni hanno scritto tutti, così come io auspicavo un Torino dai piedi buoni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. parodifran_464 - 3 settimane fa

    Chiaro che una vittoria porterebbe serenità e entusiasmo in vista della Fiorentina.
    Ricordiamoci che con i punti che ci ha tolto il Var, saremmo là in alto.
    Quindi grande fiducia nella squadra e nel Mister, sarà una partita tosta perché in Serie A nessuno regala nulla, però Sempre Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 3 settimane fa

    Le informazioni sul Bologna possono essere interessanti, quelle sul Torino non dicono nulla, anzi non ci sono.
    Scontatissimo che:
    1) Belotti cerchi di fare del suo meglio. L’impegno non è mai mancato, i risultati un poco meno
    2) Mazzarri abbia cercato di preparare al meglio la squadra, sotto tutti i punti di vista, durante la sosta
    3) se il Toro vince, sale in classifica e dà buone speranze, altrimenti bisogna ridimensionarsi ed attendere altre prove.
    Concludo io: non è che se vinciamo a Bologna siamo da Europa Ligue, e se perdiamo siamo da metà classifica e nulla più!
    Troppo presto per esaltarci, ma anche troppo presto per disperarci!
    Facciamo un passo alla volta, e cerchiamo di farlo bene, poi vedremo.., e tireremo le somme!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marchese del Grillo - 3 settimane fa

    Io ho una sola certezza: che le prossime quattro ci diranno veramente chi siamo, in maniera quasi definitiva e con poche possibilità di appello. Ci metto anche Bologna perché se abbiamo davvero gli attributi dobbiamo andare là e vincere, anche in maniera zozza, alla Chievo, per intenderci, ma tornando coi tre punti. Viola, Samp e Parma possono poi consacrarci sulla via di Damasco, demolirci o lasciarci ne SOLITO limbo della mezza classifica insignificante.
    DAJE TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy