Bruno Peres e la disciplina tattica: in Coppa Italia sotto gli occhi di Miha

Bruno Peres e la disciplina tattica: in Coppa Italia sotto gli occhi di Miha

Focus on / Il giocatore, nel nuovo schieramento difensivo, dovrà migliorare ancora in fase arretrata

19 commenti
Bruno Peres

Imprendibile ed esuberante in fase d’attacco, a volte distratto in difesa: bastano poche parole per descrivere Bruno Peres, calciatore in grado di fornire un apporto offensivo tra i primi del campionato: secondo per dribbling tentati (dietro a Vazquez, ma con una percentuale di successo maggiore), è l’esterno con il maggior numero di assist del campionato (4). Numeri che inquadrano un potenziale in attacco formidabile, capace di far ammattire le difese ed esaltare i tifosi in quelle sgaloppate a campo aperto sulla fascia.

Ma da contraltare all’abilità di Peres nell’offendere c’è una fase difensiva che, malgrado il lavoro di due anni con Ventura, rimane ancora la lacuna principale del terzino brasiliano. E oggi, al di là delle capacità di lettura e di movimento (come anticipare un taglio o seguire una diagonale) per Peres si rivela importantissimo anche un altro fondamentale, fin qui poco richiesto: la disciplina tattica. Con il nuovo 4-3-3, infatti, il terzino è un difensore a tutti gli effetti, è tale dovrà essere quando la palla ce l’avranno gli avversari.

Per Peres, dunque, sarà vietato farsi trovare fuori posizione, magari dopo una sgroppata che l’ha condotto palla al piede nell’altro angolo del campo. Se nel 3-5-2 tale situazione poteva essere coperta, magari allargando temporaneamente la mezzala, nel 4-3-3 questo risulta estremamente più complesso, e un buco nell’ultima linea potrebbe essere pagato a caro prezzo. L’esterno, dunque, dovrà lavorare – lo sta già facendo – su questo, facendosi trovare pronto per l’avvio della Coppa Italia, dove Zappacosta non ci sarà. Impossibile immaginare in così poco tempo un miglioramento così significativo, ma sicuramente potrà essere importante, anche per il morale, compiere il primo passo in tal senso.

19 commenti

19 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. puliciclone - 12 mesi fa

    Purtroppo il calcio nn è come i globe trotters del basket; serve equilibrio e dedizione. Solo fatto quello allora poi i numeri ti fanno vincere le partite

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Djordy64 - 12 mesi fa

    La tecnica sopraffina di Liaic e Falque unita alle sgroppate e strappi di Peres e a turno Zappa il moto perpetuo e pressing di Belotti e i lanci e tagli a turno di Baselli Taxi Lukic …..insomma io non rinuncerei a nessuno di questi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alberto Fava - 12 mesi fa

      Concordo !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Djordy64 - 12 mesi fa

    Bruno e secondo me un giocatore su cui vsle la pena investire o meglio provare a tenerlo almeno un altro anno se non due in attesa che migliori anche in difesa. Il problema e che Zappacosta deve giocare titolare. Nella difesa a 4 Zappa e molto efficace e si sovrappone bene con Falque o Boye. Pertanto le soluzioni restano 2 x tenere Bruno a parte il ritocco del suo ingaggio gia ritoccato 1 anno fa. Farlo giocare a sx dove abbiamo ancora problemi oppure avanzarlo . Purtroppo non faremo mai il 442 ma un tentativo di piazzamento come mezzala dx nel 433 io lo farei. So che Sinisa la pensa diversamente ma avere la catena di dx Zappa Peres Falque non sarebbe male…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 12 mesi fa

      A sinistra Bruno è inguardabile ed inutile.
      Se deve giocare deve farlo a dx possibilmente più avanti sgravandolo dalla fase difensiva

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FVCG'59 - 12 mesi fa

    Bruno è un brasiliano tutto tondo: classe, fantasia, tecnica, corsa, ma non gli chiedete di seguire una tattica o limitarlo in difesa, perché non è nelle sue caratteristiche.
    È uno di quei giocatori per cui vale la pena pagare il biglietto e andare allo stadio, se però lo snaturi, ne limiti la fantasia o la libertà di movimento, lo perdi e non ti renderà più in campo.
    Se lo stimi e consideri un fuoriclasse, puoi solo “costruirci” una squadra in torno, altrimenti è meglio venderlo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Toro_in_Romagna - 12 mesi fa

    Fratelli, magari non capisco abbastanza di calcio, ma due discese dii Peres valgono il prezzo di un biglietto nei distinti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. puliciclone - 12 mesi fa

    Zappacosta mi pare nn si faccia mai saltare,certo in fase offensiva nn vale i lacci di peres

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. puliciclone - 12 mesi fa

    Il suo ruolo è in una difesa a 5 o al limite l ala in un 4-4-2 ; dietro se fa così prendiamo 100 gol

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Frank Toro - 12 mesi fa

    Probabilmente può crescere in difesa come lo deve comunque fare anche un certo Zappacosta… preferite un terzino che non va mai in avanti come Gaston Silva (so che non è un terzino ma vedo che insistono a metterlo li) e comunque in difesa non è una sicurezza o un terzino che sa Attaccare, saltare l uomo, ribalre le azioni, fare assist oltre che a segnare??? Forse bisogna coprirgli un po le spalle durante le sue sgroppate quando perde palla in difesa per il resto è l’unico potenziale fuoriclasse che abbiamo in squadra. Quante volte vedete arrivare sul fondo Zappacosta e quante volte ci è arrivato Peres lo scorso anno? Per non parlare di cross azzeccati…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. puliciclone - 12 mesi fa

    A me pare proprio nn c entri niente in una difesa a 4. Purtroppo x noi visto che ci alzerebbe il tasso tecnico invero scadente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. wally - 12 mesi fa

    purtroppo mi sembra che Mihajlovic non lo veda in favore di Zappacosta… Spero molto che non sia così perchè credo che Bruno Peres sia un Fuoriclasse e cederlo, sarebbe una grave perdita per il Toro…per un Fuoriclasse un ruolo lo si dovrebbe sempre tovare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 12 mesi fa

      Peres può diventare un campione, a patto che possa sfruttare al meglio le sue qualità, per il bene suo e della squadra. Non è che se lo metto in un ruolo non suo faccio comunque bene, perché è un fuoriclasse…. Altrimenti avremmo già trovato l’alternativa a Padelli!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. skrunk - 12 mesi fa

    E’ vero Héctor, giocano con la difesa a 4, Guardiola però ama inserire dei centrocampisti nella difesa, percui è uno schema particolare, attacca l’avversario impostando il gioco partendo dalla difesa.
    E poi chi dice che non lo voglia prendere per farlo giocare laterale dal centrocampo in su,come auspica Leovigildo, anche a me piacerebbe vederlo giocare nel Toro laterale di centrocampo, sono convinto che ne vedremmo delle belle giocate… ha una bella progressione, passa bene la palla, salta l’uomo quando vuole e ha un bel tiro… se non si distrae, come fa a volte, può diventare un campione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. abatta68 - 12 mesi fa

    Lui deve imparare a giocare le due fasi, il potenziale c’è, sta a lui migliorarsi nel suo ruolo. Non è che un giocatore che è più bravo in attacco sia un attaccante…. Se giochi ala stai 50mt più avanti e hai un marcatore, se non due, sempre addosso. Le giocate nello spazio che vediamo fare a Peres derivano proprio dal fatto che si libera con la sovrapposizione che fa in quanto terzino, non come ala. A centrocampo poi Peres non ce lo vedo proprio, non è uomo d’ordine, non è uno capace di far salire la squadra… È uno che va lanciato, non il contrario.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Héctor Belascoarán - 12 mesi fa

    Manchester City, Arsenal e Roma…
    Chi lo cerca applica una difesa a 4.
    Ora la domanda è ovvia: sono rimbambiti Guardiola e Wenger o siamo rimbambiti noi che non riusciamo a farlo giocare in quella posizione?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nicola - 12 mesi fa

      Garbatamente dissento…a parte la Roma che cmq non se lo può permettere sia il M.City che l’Arsenal ad oggi non lo vogliono, perchè quando quelle squadre vogliono veramente un giocatore lo prendono e basta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Leovigildo - 12 mesi fa

    Ho visto tutte le partite dei TORO allo stadio negli ultimi anni. E alla tele quaderno tutte quelle in trasferta. E continuò a dire che Bruno deve essere spostato a centrocampo o addirittura come esterno di attacco.
    Lì sarebbe micidiale, darebbe comunque supporto in fase difensiva e no metterebbe in difficoltà la squadra con le sue leggerezze difensive

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 12 mesi fa

      Proprio tu, con questo nickname, dovresti ricordarti che caratteristiche aveva un certo brasiliano che faceva il terzino ma che poi è diventato, nel toro, un vero leader del centrocampo! Anche quello aveva tecnica da vendere, un bel tiro…. Ma ti pare che sia riconducibile alle caratteristiche di Peres? Poi io non sono un tecnico e nemmeno voglio far finta di esserlo ma….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy