Bulgaria-Italia: tra infortuni e forfait, questa sera occhi puntati su Darmian e Moretti

Bulgaria-Italia: tra infortuni e forfait, questa sera occhi puntati su Darmian e Moretti

Verso Bulgaria – Italia/ Oggi è il giorno del match di Sofia, il terzino granata sarà titolare: nel suo ruolo non ha eguali. Per Moretti invece probabile panchina

 

Il weekend è arrivato, e questa volta il campionato si ferma per gli impegni delle Nazionali. Niente partite casalinghe vissute a suon di cori granata, niente trasferte da godersi in tv o allo stadio: questa sera scenderà in campo l’Italia di Conte contro la Bulgaria, a Sofia, appuntamento alle 20.45. Un po’ di Toro in campo, però, dovrebbe esserci anche questa volta. A confermare le piacevoli tradizioni degli ultimi tempi, Darmian e Moretti sono infatti disponibili a scendere in campo per un turno di qualificazione davvero ostico.

PROBLEMI INFORTUNI – Prima della partenza per la Bulgaria, il ct della Nazionale si è trovato di fronte a non pochi inconvenienti. Marchisio ha riportato un infortunio, che sembra meno grave del previsto e del quale è ancora da valutare la precisa entità. A quello del centrocampista bianconero, si somma il forfait di Pasqual che ha dovuto abbandonare il ritiro e quello parziale di Florenzi, che forse riuscirà a recuperare in tempo per l’Inghilterra. Fortunatamente, i granata stanno bene e sono pronti a giocare da protagonisti.

DARMIAN – Il difensore granata dovrebbe partire titolare (come nell’ultimo anno), salvo sorprese dell’ultimo minuto. Giovane età, esperienza, e una resistenza da record fanno di lui l’indiziato numero uno per occupare la fascia destra del 3-5-2. Abituato a quel modulo, Darmian può senza ombra di dubbio essere l’arma in più e servire, grazie alle sue incursioni, palloni interessanti per il duo d’attacco (probabilmente Zaza-Immobile). Il ragazzo è senza dubbio il migliore in quel ruolo in Italia: gli azzurri hanno bisogno di lui.

MORETTI – Lo stesso discorso non vale per l’altro convocato di casa granata, Moretti. Il difensore ha infatti davanti a sé nelle gerarchie Barzagli, Bonucci e Chiellini e non dovrebbe dunque essere della partita, almeno dal primo minuto. Il suo carisma e la sua professionalità però, oltre che essere utili per lo spogliatoio, possono risultare determinanti in qualsiasi occasione: può essere un’arma in più.

A completare la squadra, sulla sinistra ci sarà Antonelli mentre a centrocampo Verratti, Candreva, Parolo e Pirlo si giocano i tre posti disponibili. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy