Cercasi direttore generale

Cercasi direttore generale

Dopo la pausa festiva, legata al suo compleanno e alla salvezza raggiunta con una giornata di anticipo, il presidente granata Urbano Cairo sta cominciando a riflettere sul futuro. Il primo obiettivo è trovare un direttore generale capace, competente e con il polso del mercato nazionale e straniero, in grado di fungere da punto di riferimento sia per la proprietà che per lo staff tecnico….

Dopo la pausa festiva, legata al suo compleanno e alla salvezza raggiunta con una giornata di anticipo, il presidente granata Urbano Cairo sta cominciando a riflettere sul futuro. Il primo obiettivo è trovare un direttore generale capace, competente e con il polso del mercato nazionale e straniero, in grado di fungere da punto di riferimento sia per la proprietà che per lo staff tecnico.

Ieri si era sparsa la voce, in ambienti vicini alla presidenza, che il pour parler avuto con l’avvocato Gianni Trombetta, amico fidato del Presidente e membro del Consiglio di Amministrazione della società granata, fosse sfociato nella nomina a direttore generale. La notizia trovava elementi di logicità nella precedente esperienza dello stesso professionista in Lega Calcio e al Perugia di Gaucci, oltre alla consolidata fiducia di Cairo. E’ stato lo stesso Trombetta, però, a smentire questa ipotesi. Il professionista, del resto, ha una sua attività bene avviata ma che difficilmente gli lascerebbe il tempo e i margini di manovra necessari per ricoprire un ruolo così delicato.

D’altra parte, è noto, Cairo cerca qualcuno in grado di occuparsi a tempo pieno della società granata, che sia in grado di scandagliare il mercato nazionale e internazionale alla ricerca di giocatori di talento (giovani e meno giovani) e di curare i rapporti con la presidenza, la Lega e lo staff tecnico. Professionisti del calibro di Beppe Marotta della Sampdoria, di Ariedo Braida del Milan, di Fabrizio Lucchesi (foto) o di Pantaleo Corvino per intenderci. Una figura dello stesso tipo di Giuseppe Ferrauto, general manager alla Cairo Communication. Quindi molto rara, soprattutto perché deve dare sufficienti garanzie di competenza calcistica ma deve anche essere in grado di portare risultati soddisfacenti a fine stagione per quanto riguarda il bilancio societario. Una tessera di fondamentale importanza per il mosaico della nuova società granata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy