Cesena-Torino: netto il gol di Quagliarella, giusti i due rigori ai romagnoli, ma ne manca uno ai granata

Cesena-Torino: netto il gol di Quagliarella, giusti i due rigori ai romagnoli, ma ne manca uno ai granata

La moviola di TN / Partita ricca di emozioni ed episodi. Guida alla fine sbaglia solo sul rigore negato a Peres

Cesena – Torino è stata un banco di prova impegnativo per l’arbitro Guida, che era reduce da un Udinese – Roma in cui aveva convalidato (secondo i vertici AIA, a ragione) un gol molto dubbio del giallorosso Astori, contraddicendo l’indicazione del suo addizionale.

L’arbitro napoletano suda di nuovo freddo quando Quagliarella colpisce di piattone verso la porta di Leali in occasione del raddoppio granata. Stavolta però la decisione è più facile: la palla varca davvero nettamente la linea di porta nonostante la smanacciata di Leali, e l’addizionale di porta se ne avvede. Sacrosanto convalidare lo 0-2 granata.

Giuste, tutto sommato, le decisioni sui due rigori assegnati al Cesena e trasformati da Brienza. In occasione del primo, Padelli stende il trequartista: manca la chiara occasione da gol ma il fallo c’è. Giusto decretare rigore + ammonizione. Sul secondo, invece, è chiaro lo svarione di Jansson che controlla il pallone col braccio destro.

L’unico marchiano errore Guida e i suoi assistenti lo commettono nel primo tempo, quando non fischiano un rigore al Torino per fallo di Leali su Bruno Peres. E’ vero che il brasiliano tocca il pallone prima dell’impatto col portiere di proprietà della Juventus, ma questo avviene mentre la palla non ha ancora varcato la linea di fondo e quindi è ancora in gioco. A norma di regolamento manca quindi un calcio di rigore al Torino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy