Diego Fuser: “Il Toro, la squadra che più mi è rimasta dentro”

Diego Fuser: “Il Toro, la squadra che più mi è rimasta dentro”

Esclusiva TN: “Alla Lazio esperienza positiva. Benassi? In campo internazionale gli errori li paghi cari, ma il ragazzo può rifarsi e non va fischiato”

Commenta per primo!

Dopo essere cresciuto con addosso la maglia del Torino e aver militato nel vivaio granata e in prima squadra dal 1986 al 1989 Diego Fuser da Venaria ha giocato nella Lazio dal 1992 al 1998, collezionando 188 presenze e 35 reti. Per lui anche un ritorno sotto la Mole, in serie B, nella stagione 2003/2004 sotto la guida di Ezio Rossi.

Diego Fuser, in Europa League il Toro è stato sconfitto per 2-0 in Russia dallo Zenit: credi che la qualificazione ai quarti sia ormai compromessa o c’è la possibilità di rifarsi?
Sarà difficile perché, guardando le statistiche fino a questo momento, si nota come lo Zenit sia una squadra che subisce pochi gol. Tuttavia sono fiducioso per quanto riguarda il Torino, e penso che i ragazzi di Ventura possano fare una grande partita ribaltando il punteggio.

L’espulsione di Benassi per doppia ammonizione ha chiaramente condizionato la gara del Torino: al di là degli errori, che possono capitare, si tratta comunque di un giovane promettente, che fin qui ha fatto vedere buone cose, non credi?
Purtroppo qualche volta l’inesperienza e la giovane età possono portarti a commettere degli sbagli. E’ un peccato, perché la partita poi si è messa male. Bisogna fare attenzione perché in campo internazionale non ti perdonano e certe cose le paghi care. Credo comunque che Benassi sia un elemento interessante, l’età è dalla sua e avrà sicuramente modo di rifarsi.

Stasera all’Olimpico c’è Torino – Lazio. Tu sei un doppio ex della sfida, giusto?
Giusto. Sono state senza dubbio due esperienze positive. Nel Toro sono nato e ho giocato nel vivaio, per cui è chiaro che si tratta della squadra che mi è maggiormente rimasta nel cuore.

E la Lazio?
Anche in biancoceleste mi sono trovato molto bene, sono rimasto molti anni e ho giocato al fianco di tanti grandi campioni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy