Djidji, luci ed ombre a Bologna. Ma Mazzarri può contare su di lui

Djidji, luci ed ombre a Bologna. Ma Mazzarri può contare su di lui

Focus On / La prestazione contro i rossoblu è stata di alto livello, fino all’amnesia sul gol del pareggio

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino è reduce da un pareggio esterno contro il Bologna, che lascia con l’amaro in bocca considerato il doppio vantaggio maturato dai granata tra il primo tempo e l’inizio della ripresa. Tra gli aspetti da considerare nel match, c’è anche quello dei singoli, in particolare quello del difensore Koffi Djidji, autore di una buona prestazione, ma ancora in grado di migliorare e di dare un contributo aggiuntivo alla squadra granata.

Bologna-Torino 2-2: clamoroso, i granata gettano al vento la vittoria

LUCI ED OMBRE – Nella prima frazione di gioco, la prestazione di Djidji è stata molto buona. Chiusure puntuali, qualche numero aggiuntivo in difesa e buona comprensione con i suoi compagni di reparto. Insomma, una prima parte di partita pressoché impeccabile da parte del difensore, che però ha mostrato una sua difficoltà, così come l’intera squadra, nel corso del secondo tempo. In particolare, pesa molto sulla sua prestazione l’errore che ha liberato Calabresi, che ha poi segnato il gol del pareggio definitivo fissando il punteggio sul 2-2. Un errore abbastanza grave, al quale ha poi partecipato – su sua stessa ammissione – anche il portiere Sirigu.

Bologna FC v Torino FC - Serie A

FIORENTINA – Ma nonostante questa macchia sulla sua partita, gli aspetti positivi ci sono e non possono essere ignorati. Mazzarri ha trovato un giocatore che tendenzialmente ha le carte per poter essere un titolare nella formazione granata, il che porta anche a considerare un altro aspetto. Djidji, da adesso in poi, sarà quasi sempre in ballottaggio con Emiliano Moretti, considerando anche che il difensore italiano non può giocare tutte le partite. Già contro la Fiorentina il tecnico del Torino avrà l’imbarazzo della scelta, con la possibilità di puntare sull’esperienza di Moretti o sulla freschezza di Djidji.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy