Edera, freschezza e motivazioni: per il Torino è giusto puntare su di lui

Edera, freschezza e motivazioni: per il Torino è giusto puntare su di lui

Focus on / Il canterano granata è sicuramente una delle note più positive di una stagione avara di soddisfazioni

di Marco Notaro, @MarcoNotaro17

A due giorni dalla sconfitta contro la Lazio, il Torino torna in campo oggi per preparare la prossima gara di campionato contro il Napoli. Svaniti ormai tutti gli obiettivi, Mazzarri tirerà le somme in queste ultime gare per capire da chi poter ripartire nella prossima stagione. Tra gli elementi più positivi della gara contro la squadra biancoceleste c’è stato sicuramente Simone Edera.

MOTIVATO – Il giocatore è stato giustamente lanciato da titolare da Mazzarri, il quale vede in lui il sostituto naturale di Iago Falque. Alla sua seconda gara consecutiva dal primo minuto ha confermato di avere grandi qualità. Splendido il suo assist per De Silvestri, poi un paio di stop di gran classe, ma anche diverse sbavature probabilmente dovute all’inesperienza. Intraprendente e motivato è uno dei pochi giocatori a non mollare fino alla sua sostituzione, per alcuni versi difficile da comprendere. Peccato per il cambio, perché forse sarebbe servito tenerlo in campo ancora un po’. Il canterano granata però devo continuare così e puntare anche a giocare contro il Napoli, sebbene Iago torni a disposizione per la prossima complicatissima trasferta può giocarsi le sue chance. Il numero 20 del Torino è uno dei pochi che può portare freschezza, spensieratezza e motivazioni ad una squadra che, in questo campionato, non ha ormai nulla da chiedere. Vuole mettersi in mostra, e convincere definitivamente la società e Mazzarri di essere un giocatore sul quale si potrà puntare già a partire dalla prossima stagione. La fantasia ed il talento non gli mancano e lui lo dimostra crescendo di partita in partita sempre di più.

BILANCIO POSITIVO – Simone Edera ha giocato fino ad oggi 12 partite in Serie A, scendendo in campo da titolare solo nelle ultime due gare. Il suo bottino totale è stato di 284 minuti, un gol contro la Lazio nella partita di andata e un assist contro l’Atalanta. Sono state, invece, tre le sue presenze in Coppa Italia con un gol segnato sempre allo Stadio Olimpico nella vittoria agli ottavi di finale contro la Roma. Una stagione tutto sommato molto positiva: Edera resta sicuramente una delle più belle sorprese del campionato granata in un’annata davvero avara di soddisfazioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy