Edera, un gol per mostrare di esserci. Ma a Milano tornerà in panchina

Edera, un gol per mostrare di esserci. Ma a Milano tornerà in panchina

Focus on / Prestazione positiva per il talento scuola Toro, ma la concorrenza rimane difficile da superare

di Alberto Giulini, @albigiulini

Un gol per poter dire di esserci. Simone Edera ha voluto mandare un messaggio a Walter Mazzarri nella gara di giovedì sera, con la rete che ha chiuso l’incontro con il Südtirol. Con la folta ed importante concorrenza che si trova davanti nel reparto offensivo, il giovane talento scuola Toro ha giocato solamente una gara da titolare, contro il Chievo. Una partita in cui non era parso particolarmente brillante, tanto che Mazzarri lo ha riproposto solamente nei minuti finali della gara contro il Napoli. Da quel momento, il giocatore si è dunque accomodato in panchina in attesa di un’occasione per potersi mettere in mostra. Occasione che si è presentata contro il Südtirol.

 

Toro, riecco Lyanco. Buoni segnali alla prima, Mazzarri: “Promosso!”

RITORNO IN PANCHINA – Quella di Edera è stata una prestazione senza dubbio sufficiente, impreziosita da un gol nel finale che ha chiuso l’incontro. Una nota positiva, dunque, in una serata che non è stata sfruttata da altri compagni che avrebbero dovuto mettere in difficoltà Mazzarri per avere più spazio. Un intento in cui non è riuscito appieno nemmeno lo stesso Edera, che a San Siro tornerà ad accomodarsi in panchina. La prestazione di ieri, infatti, è stata sì sufficiente, ma non sicuramente al punto da indurre il tecnico a rinunciare ad un elemento quale Iago Falque. Edera c’è, insomma, ma a Milano si accomoderà ancora in panchina. E in attesa di capire quanto spazio avrà questo mese, certamente insieme al suo agente valuterà eventuali interessamenti che dovrebbero pervenirgli (Genoa, Frosinone e Parma lo apprezzano sempre).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy