Europa League / Villas Boas presenta Torino-Zenit: “La Maratona? Non ci fa paura”

Europa League / Villas Boas presenta Torino-Zenit: “La Maratona? Non ci fa paura”

DIRETTA TN / Parla anche il centrocampista Danny: “Loro solidi in difesa, dovevamo segnare di più all’andata: la gara è aperta”

 Sta iniziando in questi istanti la conferenza stampa del tecnico dello Zenit San Pietroburgo Villas Boas. L’allenatore presenta il match contro il Torino valido per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League.

Al suo fianco il centrocampista Danny, che comincia la conferenza stampa: “Sappiamo che loro sono molto solidi in difesa e la gara è aperta. Avremmo dovuto segnare di più in casa sfruttando l’uomo in più. Tuttavia a San Pietroburgo abbiamo fatto una buona gara e siamo pronti a ripeterci”. Zenit dunque favorito? “Sulla carta sì, visto il risultato dell’andata, ma in campo tutto tornerà in equilibrio. Non snatureremo il nostro essere: giocheremo per vincere, attenti dietro e bravi a punire in avanti alla prima occasione”. Danny continua, poi, sull’avversario, il Torino: “E’ una grande squadra che sta facendo un ottimo campionato, il pareggio contro il Torpedo in Russian Premier League? Solo uno scivolone.”

Prende dunque la parola Villas Boas, tecnico dello Zenit, che rassicura subito sulle condizioni di Shatov: “Ci sarà  e al 100%, altrimenti non l’avrei nemmeno convocato. Sta bene e farà la rifinitura come tutti gli altri”. Dunque l’allenatore apre una parentesi sul campionato russo:” E’ uno scandalo che ci abbiano costretto a giocare su un campo senza erba e lo è anche che alcune squadre si presentino in campo con le Primavera. E’ un campionato corrotto. Ma per fortuna ora siamo in Italia dove nel campionato non ci sono questi scandali. “(ride, ndr)

Ancora il tecnico portoghese sugli avversari europei e sulla gara di domani: “Ventura ha detto che hanno il 40% di possibilità, per me invece è 50-50. L’espulsione di Benassi era giustissima, ma il nostro atteggiamento cambierà: sappiamo di dover segnare subito e chiudere velocemente il discorso”. E sui giocatori del Toro: “Maxi Lopez-Quagliarella? Non cambia nulla, conta solo la voglia di vincere. Chi ne avrà di più andrà avanti al di là di chi c’è in campo. Quella, comunque, rimane la miglior coppia che possono schierare: Maxi Lopez sa tenere la palla, Quagliarella è molto bravo in profondità.”

Poi, ancora, sull’assenza di Javi Garcia per squalifica: “Stiamo bene fisicamente e all’andata ero più preoccupato perché eravamo fermi da un po’. L’assenza di Garcia è importante, ma abbiamo alternative. Siamo molto fiduciosi, ora abbiamo il ritmo partita.” E, infine, sul pubblico che pensa di trovare all’Olimpico:“Il pubblico potrebbe essere determinante. Purtroppo questa volta i nostri saranno solo in 400, loro invece ci saranno e sappiamo il boato che può creare la loro curva. Dobbiamo essere ancora più bravi a superare quest’ostacolo, perché sappiamo che il pubblico granata darà una grossa mano al Toro. I nostri dovranno reggere il confronto. La Maratona? Non ci fa paura” .

Si chiude qui la conferenza stampa del tecnico portoghese, che tra pochi minuti guiderà la rifinitura dei suoi allo Stadio Olimpico.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy