Fiorentina-Torino: toscani temibili sugli esterni, i granata prediligono le vie centrali

Fiorentina-Torino: toscani temibili sugli esterni, i granata prediligono le vie centrali

Approfondimento / Ecco alcune statistiche sulle due squadre in campionato: viola più propensi a sfruttare le corsie laterali, tendenza opposta per Quagliarella e soci

Commenta per primo!

Fiorentina-Torino è una sfida tra due formazioni in salute.

TORO, ATTENTO AGLI ESTERNI – Quarta in campionato con 6 lunghezze in più rispetto ai granata, la Viola predilige imbastire la sua manovra con un insistente ed arioso possesso palla che coinvolge ripetutamente gli esterni. Ben il 73% delle occasioni create dalla formazione di Montella, infatti, nasce dai cross dalle corsie laterali, motivo per cui la retroguardia granata dovrà stare molto attenta a contenere al meglio le incursioni lungo l’out dei due terzini e degli esterni del tridente gigliato.

UNA CORSIA CENTRALE CHE FUNZIONA, MA IN EUROPA LEAGUE… – Discorso completamente diverso per il Toro, più propenso ad arrivare al gol  tramite le vie centrali del campo. Tale dato, però, non impedisce ai granata di essere una squadra con una buona media di cross effettuati a partita e la recente sfida di Europa League contro il Bilbao, con due segnature su due arrivate in seguito ad un suggerimento dalle corsie laterali, ne è la dimostrazione. Nessuna differenza significativa, infine, per quanto concerne la percentuale realizzativa delle due compagini (27,7% per i granata, 27,6% per i toscani).

Si prospetta, quindi, una partita all’insegna dell’equilibrio, un match in cui partono sicuramente favoriti i padroni di casa, ma che potrebbe riservare piacevoli sorprese per un Torino che, ora che ha dimostrato di poter sfruttare ottimamente le fasce, ha una freccia in più nel suo arco.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy