Gasbarroni, soluzione cross per Bianchi?

Gasbarroni, soluzione cross per Bianchi?

di Alessandro Brunetti

 

Che Bianchi dia il meglio di sé quando i rifornimenti arrivano dalle fasce è cosa ormai risaputa. Come nota è la predilezione del capitano per i cross di un giocatore in particolare, tal Andrea Gasbarroni da Vanchiglietta.  Nella passata stagione, “Gas” fu uno dei maggiori artefici della reti di Rolando Bianchi, il rifornitore principe della giocate…

di Alessandro Brunetti

 

Che Bianchi dia il meglio di sé quando i rifornimenti arrivano dalle fasce è cosa ormai risaputa. Come nota è la predilezione del capitano per i cross di un giocatore in particolare, tal Andrea Gasbarroni da Vanchiglietta.  Nella passata stagione, “Gas” fu uno dei maggiori artefici della reti di Rolando Bianchi, il rifornitore principe della giocate aeree del capitano. Quest’anno, invece,  il fantasista torinese è stato protagonista di una stagione in chiaroscuro, faticando a ritagliarsi uno spazio negli schemi di Franco Lerda. L’ex parmense ha pagato oltremodo le sua precarie condizioni fisiche, rimanendo troppo spesso vittima di ripetuti infortuni muscolari.

Della sua assenza ha sofferto soprattutto Rolando Bianchi, che non ha saputo trovare negli esterni più impiegati da Lerda un “valido” sostituto. Non che i vari Sgrigna, Iunco, Lazarevic, Gabionetta e Pagano siano inferiori tecnicamente, ma abbiamo visto in questa stagione come il tecnico cuneese  prediliga impiegare i giocatori a “piedi invertiti”. Non ali classiche (a parte Lazarevic e Pagano), ma mezzali, in grado di partire larghe per poi accentrarsi e andare al tiro. Questo tipo di gioco ha, giocoforza, visto diminuire i rifornimenti aerei per Bianchi.

Ora, contro il Padova, potrebbe esserci di nuovo bisogno di Gasbarroni. Se la salute lo sorregge, il numero 18 potrebbe essere la chiave di volta di questa delicatissima sfida. In una parita che dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) vedere una formazione patavina attendista e pronta a ripartire in velocità, i cross del “Gas” per la testa di Bianchi potrebbero risultare decisivi per aggirare le linee difensive venete. Contro le difese bloccate, il Toro ha sempre avuto difficoltà. La presenza (magari a gara iniziata) del fantasista di Vanchiglietta potrebbe essere l’arma in più del Torino. Il capitano ci spera. La gente del Toro pure.

(foto di M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy