Il limbo di Millico, tra il derby Primavera e il Napoli con i grandi

Il limbo di Millico, tra il derby Primavera e il Napoli con i grandi

Focus on / Far respirare a Millico l’aria di Seria A potrebbe fargli bene, ma Coppitelli ha bisogno anche di lui per continuare la marcia

di Redazione ToroNews

La maturità di Millico si trova già ad affrontare un esame molto importante. Per un ragazzo di 18 anni non dev’essere facile gestire questo momento, considerando il trasporto emotivo che possa avere. Sicuramente gli serviranno ancora più energie mentali del solito per farsi trovare pronto su entrambi i fronti: da un lato è alle porte della prima squadra, dall’altro in un momento cruciale per la stagione della Primavera. Con l’Udinese, Mazzarri lo aveva quasi buttato nella mischia ma ancora una volta l’appuntamento con l’esordio è stato rimandato grazie al VAR.

PRIMAVERA – Ora la decisione più spinosa tocca però al Toro: bisognerebbe portarlo a Napoli con la Prima Squadra o farlo andare con la Primavera ad affrontare la doppia sfida Derby a Vinovo e Supercoppa con l’Inter? Poter toccare con mano la Serie A, anche senza esordire, può essere un’esperienza che aiuterà Millico così come alzare trofei con la Primavera. I ritorni di Parigini e Zaza, poi, potrebbero spingere Mazzarri a lasciarlo in Primavera così da aiutare la squadra di Coppitelli a superare questi due esami importanti.

SEGNALI – Il ragazzo intanto fa capire che la sua voglia è tanta (e la cosa non sorprende) anche con un post su Instagram, nel quale commenta: “be strong” con affianco una clessidra a indicare il tempo. È una questione di giornate ormai, perché il suo primo ingresso in campo arriverà – prima o poi – e se dovesse andare a Napoli chissà che non possa essere proprio contro i partenopei.

79 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marcogol - 2 giorni fa

    se uno è forte emergerà, tutto dipende da lui e basta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fgbomp - 2 giorni fa

    Ho letto tutti gli interventi: chi vuole i giovani, chi dice che devono crescere.
    Ricordo solo: Spalletti ha lasciato andare Zaniolo per Naingola, Di Francesco lo ha messo subito in Champions, doveva aspettare cosa?
    Mai scelta ha avuto tanto successo… Mentalità che Mazzarri putroppo non ha!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 2 giorni fa

      Ti chiedo, Coppitelli credi sia uno sprovveduto? Ha detto, con Bava, che Millico si sarebbe dovuto preparare perché non aveva senso fargli fare una comparsata. Era, secondo loro, meglio prepararlo per competere per un posto. Dopo questi concetti, Mazzarri che colpe ha ? Mazzarri commette altri errori e non quello dell’esordio di Millico, che arriverà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata - 2 giorni fa

      Parole di Coppitelli 2 dicembre 2018….Un pensiero va anche a Mazzarri, che dopo il malore della scorsa settimana è tornato sulla panchina del Torino: “Una vittoria che dedichiamo a mister Mazzarri. Non l’ho fatto sabato scorso perché non sapevamo ancora come stesse esattamente. E’ un pensiero che rivolgiamo a lui, siamo contenti che sia tornato in panchina. Abbiamo un rapporto continuo, con me si è sempre relazionato con grande disponibilità, c’è un confronto continuo. Io la penso così: ormai per chi esce dalla Primavera del Torino non può essere un traguardo la Serie C. O meglio, ci puoi andare ma noi vogliamo costruire giocatori da far giocare in B e in A. Allo stesso tempo però non ci serve far fare la presenza in Serie A per fare da specchietto per le allodole, per far fare la foto e metterla su Instagram. Penso che Vincenzo se continua il suo percorso potrà avere una possibilità anche con la Prima Squadra, se il mister lo riterrà opportuno. Sia io che il mister ci teniamo che i giovani giochino quindi non bisogna nemmeno bruciare troppo le tappe, perché poi i migliori Allievi stanno in panchina in Primavera e i migliori Primavera stanno in panchina in Prima Squadra. Bisogna gestire le cose come fatto con Ferigra, perché per giocare in Serie A al Toro non è semplice. Per cui quando e se Millico giocherà in Prima Squadra sarà perché lo merita e non perché vogliamo solo far giocare un giovane in Serie A. Diamo un peso al fatto di andare in Prima Squadra, chi va ci va perché veramente si può giocare il posto“.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Granata - 2 giorni fa

      Parole di Bava il 9 dicembre 2018….Sia Bava che Coppitelli hanno tranquillizzato il ragazzo: “Millico deve avere pazienza e quando andrà in prima squadra sarà direttamente per giocarsi il posto, non merita solo un contentino”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14103079 - 2 giorni fa

    Ajax che tiene testa al Real età media 22.9

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fgbomp - 2 giorni fa

      E che prestazione, quante occasioni…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14103079 - 2 giorni fa

    Giaguaro66 pienamente d’accordo con te….visto il gol di Benzema? Chi ha portato a spasso mezza difesa dell’Ajax? Il piccolo Vinicious

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giaguaro 66 - 2 giorni fa

      Grazie User, purtroppo questa purga (WM) ci toccherà ancora per un bel po’…e vorrà dire che i nostri ragazzi li vedremo con altre casacche, peccato!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gio - 2 giorni fa

        E’ un pazzo, un testadighisa, un incompetente, una bergogniiiiaaaa, un deficiente, un maledetto, uno schifoso, un bast ardo. AAAAAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAH mi devo sfogare di tutte le mie frustrazioni ca zzzz oooooooooooooo!! Ah, sì: ha ottenuto il miglior risultato del Toro dopo Mondonico, ma pazienza, qui siamo tutti professori di Coverciano leggermente frustrati e con due litrozzi di bava alla bocca.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-14103079 - 2 giorni fa

    Vinicious 18 anni gioca in Champions… Millico manco 5 minuti con la Spal. Bisogna avere anche coraggio a lanciare i giovani.. Possibile che al Real non hanno paura di bruciarlo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 2 giorni fa

      Vinicious è un fenomeno. 1 fenomeno 1 emerso in mezzo a decine di migliaia di calciatori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marco59 - 2 giorni fa

        Anche l’Aijax è pieno di fenomeni…!!!

        Le solite scuse per difendere l’indifendibile.

        SE NON GIOCHI NON EMERGI, SE NON SBAGLI NON EMERGI, SE NON HAI LA FIDUCIA E IL SOSTEGNO DELL?ALLENATORE NON EMERGI.

        Basta con le solide balle del singolo “fenomeno” su decine di migliaia: si può giocare ed essere un otimo giocatore senza necessariamente essere dei fenomeni…!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 2 giorni fa

          Non difendo nessuno. Ho scritto una verità. Punto. Concludo dicendo che quelli bravi giocano dappertutto. Saluti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Marco59 - 2 giorni fa

            Quindi noi “sforniamo” solo brocchi…!!!

            Ma piantala…!!!

            Mi piace Non mi piace
          2. Granata - 2 giorni fa

            Purtroppo la qualità scarseggia. Sta migliorando ma i Millico devono diventare la norma e non l’eccezione.

            Mi piace Non mi piace
        2. Marcogol - 1 giorno fa

          Marco59, che stupidi quelli del real madrid che comprano vinicius e non millico vero?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Giaguaro 66 - 2 giorni fa

    Rispondo con una domanda e una riflessione ai vari commenti di Granata(che tra l’altro reputo preparato nelle sue analisi), granatadellabassa e quanti altri pensano che i giovani non si debbano bruciare. Sono appena rientrato a casa, su Rai uno c’è la partita di CL Ajax Vs Real M e il capitano dell’Ajax ha 19 anni, secondo voi lo bruciano? Zaniolo ne ha 19 e ieri ha segnato una doppietta in CL e Di Francesco l’ha fatto esordire l’anno scorso a 18 anni in CL senza aver mai giocato un match in serie A. Nel campionato francese e nella Premiere League giocano giovani di 19/20 anni. Da noi Parigini che ha 22 anni ha giocato forse in tutto mezzora da subentrato, Edera è andato a Bologna e poi mi fermo perché mi viene male al fegato a pensare che Mazzarri siede sulla nostra panchina. Le responsabilità sono esclusivamente sue, non è capace a valorizzare i giovani, e questo sarebbe il meno, e che riesce a snaturare i giocatori e a farli regredire il che è molto peggio. Giochiamo con Moretti, che stimo per tutto quello che ha fatto ma che ha 37 anni e con l’Udinese sulla corsa è andato più volte in difficoltà. Ma secondo voi corre di più un giovane di 20 anni ho una persona di 37, il fisico e lo stesso oppure no? I maratoneti o i triatleti si esprimono meglio quando hanno raggiunto la piena maturità psico fisica e cioè dopo i 25/26 anni, ma qua stiamo parlando di calcio moderno e veloce dove un giocare che corre molto arriva a fare a malapena 10km a match. Quindi? Se mi date delle risposte argomentate e non solo degli inutili meno vi ringrazio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 2 giorni fa

      Grazie Giaguaro, ti rispondo dicendoti , da tecnico, che se Millico non ha esordito prima è perché deve imparare a dialogare con gli altri, coprire e fare movimenti senza palla. Il resto , in avanti, lo sa fare anche se può migliorare ( intendo cambiare il solito movimento a rientrare e tirare ) . Se gioca 10 15 minuti i compiti in copertura non saranno troppo richiesti. Un tempo od una partita, per ora non è in grado ma lo sarà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marco59 - 2 giorni fa

        Eh si…si farà.

        Per il mometo non gioca nè nella sua Primavera nè in prima squadra, dove scalda sistemeticamente la panca: è il modo migliore per “imparare” a crescere e a maturare.

        Basta rileggersi le parole di Coppitelli nell’intervista post Fiorentina per capire quanto sia “grato” a Mazzarri per il modo in cui gestisce il Ragazzo…!!!

        Il modo giusto per demotivare un Ragazzo di 19 anni…!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 2 giorni fa

        Scusa @Marco ma tu non ci hai mai parlato con Millico senno non scriveresti cosa scrivi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marco59 - 2 giorni fa

          Più che parlare, bisognerebbe farlo giocare.

          Le chiacchere stanno a zero.

          Dopodichè è ovvio che non direbbe mai nulla contro l’allenatore, ci mancherebbe altro.
          Non vuole mica giocarsi la carriera…!!!

          Ma se avesse la libertà di poter parlare liberamente, dopo queste tre “esperienze” di convocazione in prima squadra, sono certo che non sarebbero “rose e fiori”.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Granata - 2 giorni fa

        Coppitelli non fa intendere cosa dici tu ed aggiunge che lui deve lottare per riportare i ragazzi con i piedi per terra perché vengono troppo esaltati

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marco59 - 2 giorni fa

          Questa è la tua interpretazione personale.

          Certamente in due partite in cui Millico è mancato, due sconfitte e passaggo dal primo al terzo posto in calssifica con la Roma ad un punto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granata - 2 giorni fa

            Rileggi le sue parole sulla lotta. Prego

            Mi piace Non mi piace
      4. Granata - 2 giorni fa

        Marco , secondo me tu vuoi bene al Toro ma dovresti mettere in discussione, ogni tanto, le tue ferree convinzioni. Fidati, su Millico sbagli clamorosamente. Il ragazzo è gasato e non demoralizzato

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marco59 - 2 giorni fa

          Dopo 60 anni di Toro e dopo aver visto Vatta, la sua Primavera e i “prodotti” che ha sfornato, so perfettamente quello che dovrebbe fare un allenatore di prima squadra con il fegato di dare fiducia e far crescere e giocare i Giovani.

          Questa nullità che oggi allena la squadra ha anche paura della sua ombra, figuraimoci far giocare i Giovani.

          Ma per fare bella figura e accntentare la piazza, aggrega e convoca in prima squadra, salvo poi far scaldar loro la panca in ogni sata partita.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      5. Giaguaro 66 - 2 giorni fa

        Grazie a te Granata è sempre un piacere commentare con chi tecnicamente ne sa più di me, però voglio essere sincero e vorrei che da tecnico lo fossi anche tu: ma secondo te Mazzarri è l’allenatore giusto per i giovani e per il Toro? Secondo me no e scusami se resto della mia opinione. Ho giocato molto tempo fa con Marchiò e Dalla Riva, era il 1973 ed ero un bambino di belle speranze, e credimi che quegli allenatori i giovani bravi li individuavano subito e anche per me non era difficile capire chi avrebbe potuto sfondare. Eravamo tutti più poveri, anche il calcio lo era, però la cultura di allora superava di gran lunga quella attuale e personaggi del calibro di Mazzarri non sarebbero mai emersi…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 2 giorni fa

          Ti rispondo dicendo che ci sono tecnici adatti ai pulcini altri allievi, altri primavera. Mazzarri è un insegnante di calcio che ha bisogno di gente formata tecnicamente nei fondamentali per poi completarli. Lasciamo perdere moduli o antipatie perché Mazzarri può non piacere ma insegna calcio.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marco59 - 2 giorni fa

      Caro Giaguaro, l’attuale “gestione sportiva” della cairese, a partire dal presiniente e dal direttore sportivo, sino a quella nullità che chiamano “allenatore”, prevede che i nostri Giovani debbano scaldare la panca o entrare nell’ultimo quarto d’ora, quasi sempre a risultato acquisito.

      Millico, poi, lo stanno letteralmente rovinando, prendendolo sistematicamente per i fondelli tutte le volte che viene convocato.
      Vale a dire, prima gli fanno saltare la partita della Primavera, dopo lo relegano in panchina a vedere le “amebe” della prima squadra fingere di giocare.

      Una gestione meravigliosa da parte dell’allenatore, degna del peggior codardo e vigliacco esistente al mondo il quale, per accontentare la piazza, convoca e aggrega i Giovani in prima squadra, salvo poi guardarsi bene dal farli giocare per completa mancanza di fiducia e di coraggio.

      Ovviamente supportato da quel mascalzone prezzolato del nano mandrogno e dal suo DS tirapiedi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marcogol - 1 giorno fa

        Vergognati

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Granata - 2 giorni fa

      Parigini così come tutti gli esterni del Toro, nel 352, c’entrano poco o nulla. Edera, secondo me, non doveva andare a Bologna ma al Chievo dove avrebbe trovato un insegnante di calcio e sarebbe tornato con un bagaglio utile a lui ed al Toro. Quando tornerà o il Toro cambierà modulo o non servirà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. granatadellabassa - 2 giorni fa

    Domande. Il vostro primo obbiettivo è lanciare i giovani del vivaio o andare in Europa? Pensate veramente che un primavera sia meglio di gente che ha sulle spalle centinaia di presenze in serie A?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Granata - 3 giorni fa

    Invito tutti ad andarsi a rileggere le parole di Coppitelli post Fiorentina. Chiedo, a chi ne ha memoria, una volta al Fila, il giovedì pomeriggio, era prassi che la prima squadra giocasse contro la primavera. Ricordate ? Ricordate il perché di quelle sgambate? Ricordate per caso qualche vittoria dei ragazzi ? Per i grandi, era allenamento o impegno serio ? Vi dico che mentre i ragazzi ci davano dentro, i grandi passeggiavano. Credete oggi i giovani possano dare filo da torcere in serie A ? I nomi citati da alcuni di voi sono al di sopra della media. Ogni primavera ha circa 30 giocatori, quanti sono quelli che non ce l’hanno fatta ? Millico ha grandi numeri ma gioca da solo ed in serie A non va bene. Dategli tempo e farà benissimo senza insultare chi lo gestisce e lo vede tutti i giorni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 3 giorni fa

      Vi aggiungo un dato, nei 2 campionati
      ( primavera 1 e 2 ) giocano quasi 1200 calciatori. L’anno scorso all’incirca i numeri erano gli stessi, avete riportato 8 nomi? 10 ? Che giocano in serie A ? Facciamo 20 ? E gli altri ? Millico ci giocherà e bene con i suoi tempi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Madama_granata - 3 giorni fa

    Sull’inserimento dei giovani della Primavera concordo con Turin2.0, Pulster e User…712.
    Mi fa piacere vedere che non sono la sola che crede in alcuni di questi ragazzi, anche perché ho sempre e solo ricevuto critiche e dissensi, conditi da ironie e sarcasmi.
    Tuttavia credo che Mazzarri non sarà mai l’allenatore giusto, disponibile a valorizzare questi giovani, anzi..
    Non farei perciò esordire Millico in una partita come quella di Napoli, x evitare che rischi di essere “bruciato” anche lui come Edera, Bonifazi e Parigini, svalutati e non apprezzati perché spesso, in campo per pochi minuti, non hanno saputo stravolgere un risultato negativo ormai acquisito. Quante volte giornalisti e tifosi hanno commentato: “inutile/ininfluente l’inserimento di “X” che non è stato in grado di cambiare le sorti della partita a nostro favore”, oppure “prestazione insufficiente anche di “X”, naufragato con tutta la squadra”.
    Io continuo a pensare che non è compito dei “Primavera” “buteje ‘n tacùn” quando i “grandi” falliscono.
    Per ora quindi meglio far gioire Millico x la conquista della Coppa Italia, lo scudetto o la
    Supercoppa Primavera, esaltando le sue grandi qualità, e rafforzandogli la fiducia in se stesso, che non farlo “languire” in panchina e/o coinvolgerlo per qualche minuto in qualche brutta sconfitta con la prima squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Akatoro - 2 giorni fa

      Rispetto sempre le idee di tutti, e su edera e bonifazi puoi avere ragione, ma su Parigini c’è da dire che l’anno scorso non ha fatto granché neanche in b, probabilmente è stato un anno no, ma anche a Verona ha fatto parecchia panchina. Quindi se 3 allenatori non lo hanno considerato titolare probabilmente non era colpa della società

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13973712 - 3 giorni fa

    hai ragione Pulster, se però ci fosse un allenatore della prima squadra intenzionato a lanciare i giovani, invece è tutto il contrario

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Pulster - 3 giorni fa

    con l’attuale allenatore vedresti il campo l’ultima giornata, sarebbe opportuno rimanessi in primavera e dare una mano ai tuoi compagni nella conquista della supercoppa e nel proseguo del campionato; rientra dalla squalifica Zaza e dall’infortunio Parigini, quindi rimani con Coppitelli dove sicuramente saresti più d’aiuto, anche se sono convinto, visto la sterilità di goal, saresti anche molto utile in prima squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Turin2.0 - 3 giorni fa

    Perché Mancini in Nazionale e la Roma in A hanno creduto in Zaniolo, uno che nel campionato primavera non valeva Mi11co? Perché il Milan credette nei primavera Donnarumma, Calabria, Locatelli e Cutrone schierandoli in A direttamente dal torneo giovanile? Questa dirigenza aziendalista ha smarrito la nostra anima che ha sempre esulato dai risultati: se così non fosse avremmo un 11 in campo di ragazzi che la maglia la sudano perché ne sentono il peso della storia, perché sono cresciuti al Fila un 11 di Millico, Edera, Parigini, Buongiorno, Fiordaliso… Altro che i mercenari gli stipendiati spesso scarti gobbi gente di passaggio cui frega meno di niente del Grande Torino e della sua filosofia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 3 giorni fa

      Cosa vuol dire, dirigenza aziendalista ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 2 giorni fa

        Dirigenza aziendalista??
        Ma di che c…. stai parlando?? Ma in che senso???????

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 2 giorni fa

          Lo chiedevo io a Turin 2.0 è lui che lo ha scritto e gente mette i meno

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Gio - 2 giorni fa

      Forse spera in dirigenti che diano in cu lo all’azienda e remino contro la proprietà.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. user-13973712 - 3 giorni fa

    Scusa ma quasi nessuno dice che il campionato primavera non è più quello di un tempo, ora c’è una importanza mediatica ben superiore. Per cui per una società vincere campionati o coppe primavera dà un altro prestigio. Quindi al momento è meglio tenere Millico in primavera e cercare di vincere qualcosa e poi dall’anno prossimo prima squadra magari al posto di un giocatore inutile come Zaza. Oppure se viene convocato in prima squadra va fatto giocare se no perde solo tempo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Carlin - 3 giorni fa

    Io penso che Millico,valga piu’ di Zaza, come Kone vale piu’ di Baselli. Ma per farli giocare in prima squadra ci vorrebbe un allenatore che non abbia paura a lanciare un giovane,anche se subito i risultati non fossero ottimi. Con mazzarri, si rischia di rovinarli,percio’ preferisco vederli in primavera,dove giocano nel loro ruolo,con notevoli risultati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. anpav - 3 giorni fa

      Su Millico/Zaza sfondi una porta aperta. Anche perchè se Millico facesse pena, non potrebbe comunque fare peggio! Kone/Baselli invece non ci sta. Baselli fa la doppia fase bene. E ha fatto partite importanti, anche se più a livello di contenimento (che però serve!) Kone deve liberarsi di alcuni difetti. Tra gli altri, quello di tenere troppo la palla. Abbiamo già Iago. Uno basta e avanza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Carlin - 3 giorni fa

        Vero ,Kone Ha quei difetti,ma guarda quanti palloni recupera a centrocampo, e prendergli il pallone è quasi impossibile senza fargli fallo.Certo deve passarla prima,ma l’imparerà col tempo se gioca!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. granatadellabassa - 3 giorni fa

    Visto il recupero di Zaza e Parigini, meglio lasciarlo a questi importanti impegni con la Primavera. Certo piange il cuore vedere lui in panchina con i grandi e la Primavera che perde. Però è una gestione giusta. I ragazzi validi devono respirare l’aria della prima squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. patricio.hernandez - 3 giorni fa

    ma…domenica rientra zaza + belotti+iago falque io lo lascerei in primavera…ma con l’udinese giustissimo aggregarlo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Mimio - 3 giorni fa

    Se vinci lo scudetto primavera e poi non sforni neanche un giocatore all’altezza della prima squadra, hai miseramente fallito l’obiettivo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Marco59 - 3 giorni fa

    …e meno male che qualcuno della Redazione legge i nostri interventi a proposito dell”inutilità di tenere il Ragazzo in panca in prima squadra, anziché consentirgli di lottare con la Primavera, per Supercoppa, Scudetto e Coppa Italia….!!! La gestione attuale del Ragazzo tra prima squadra e Primavera è veramente ridicola e controproducente….!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. patricio.hernandez - 3 giorni fa

      se un ragazzo è valido è doveroso attingere e convocarlo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. anpav - 3 giorni fa

      Quando non era convocato tra i grandi, critiche feroci.
      Ora che è convocato tra i grandi invece…critiche feroci.
      Come sempre la virtù sta nel mezzo. Convocazioni ben valutate e a progetto. Sabato il derby in primavera. Rientro in prima squadra magari la settimana successiva.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pulster - 3 giorni fa

        ok convocarlo, ma fallo anche giocare; peggio di qualcun’altro di nostra conoscenza non può fare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Marco59 - 2 giorni fa

        Eh beh, effettivamente convocarlo per fargli “saltare” la gara di campionato della Primavera e poi, puntualmente, fargli scaldare la panca per tutti i 90 minuti è veramente utile, produttivo, ma soprattutto gratificante per il Ragazzo…!!!

        Fate furb piciu…!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Mimio - 3 giorni fa

    Le squadre del campionato primavera devono essere solo ed esclusivamente al servizio delle prime squadre, e sfornare più giocatori possibili che siano all’altezza. Se Millico è veramente all’altezza deve stare in prima squadra e basta, senza pensare che poi si possa danneggiare la squadra primavera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco59 - 3 giorni fa

      Che ragionamento idiota…!!! Se tutte le squadre ragionassero così, non esisterebbero i progetti delle Giovanili.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimio - 3 giorni fa

        Il fatto che in Italia nascono talenti con il contagocce è perché chi ha in mano i settori giovanili molti la pensano come te

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marco59 - 3 giorni fa

          …proprio per evitare che con certi allenatori incapaci i Ragazzi vengano “bruciati”. Mai sentito parlare della gestione Vatta della Primavera?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. anpav - 3 giorni fa

        Marco59: definire idiota, il ragionamento di chi non la pensa come te, e solo perchè appunto non la pensa come te, mi fa pensare pericolosamente al… boomerang!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Marco59 - 3 giorni fa

          Occhio che non ti arrivi in testa,visto che lo uso per abbattere idioti e idiozie…!!!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Torello_621 - 3 giorni fa

      Concordo. È un ragazzo del 2000. Basta con la primavera, dove ha dimostrato di essere di livello superiore, e verifica del possibile inserimento nel calcio professionistico di serie A, tanto abbiamo visto che chi va in serie c è perché non ha i numeri veri. Poi tutto questo limbo io non l’ho visto. Ha appena fatto 3 panchine e si allena con la prima squadra da 20 giorni. Dovrà anche lui prendere confidenza con compagni e schemi, proprio per metterlo nella condizione di esordire al meglio, visto che su di lui ci sono aspettative importanti e il campionato è ancora lungo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. anpav - 3 giorni fa

        Ottime considerazioni torello. L’esasperazione dei toni fa spesso dimenticare la realtà. e cioè appunto il fatto che non è da 6 mesi in panchina a marcire. Stya iniziando un percorso. Le occasioni ci saranno

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. da sempre Toro - 3 giorni fa

    penso che sia meglio convocare Millico in prima squadra dopo le partite con Napoli e Atalanta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. GlennGould - 3 giorni fa

    Se è davvero forte lo si fa giocare, Zaniolo docet. Se non si è convinti e si vuole aspettare l’anno prossimo, lo si faccia giocare in primavera, che lotta per coppa Italia e scudetto. Nel limbo, per citare il titolo, non serve a nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 3 giorni fa

      Si. Mi sembra la cosa più saggia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Toro71 - 3 giorni fa

    Zaniolo segna 2 gol al Porto in Champions League e noi non riusciamo a far esordire Millico in Serie A…..è pazzesco!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. patricio.hernandez - 3 giorni fa

      che paragoni sono??? a settembre zaniolo giocava al bernabeu e mancin lo ha convocato in nazionale..quindi stai dicendo che millico è un fuoriclasse??? a bè questo è il modo per distruggere possibili(!?)promesse.. ci vule obbiettivita’ e sano realismo dai………….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. p.magrass_217273 - 3 giorni fa

    Ragazzi, probabilmente qualcuno avrà già chiesto e ricevuto risposta. Ma come mai non compare più l’editoriale di Serino Rampanti? Tutto ok? Ha avuto qualche problema di salute oppure è stato chiuso x motivi “tecnici”? Grazie a chiunque sappia spiegarmelo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. patricio.hernandez - 3 giorni fa

      bella domanda!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Oni - 3 giorni fa

    Smettiamola con sto luogo comune che la serie a e un’alta cosa è sempre calcio si tira la palla se uno è on gamba non fa differenza serie a serie b c primavera 19 anni se hai testa sulle spalle poi farcela bisogna dargli le opportunità a sti giovani nel calcio come nella vita e anche un po’ questo il problema italiano di adesso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 3 giorni fa

      Purtroppo non è così. E non lo dico io, che non sono un esperto, ma chi vive ogni giorno l’ambiente. Ti faccio un esempio: ultimo primavera gobbo a giocare in A: Marchisio, ora in pensione.
      Poi concordo che Millico e secondo me non solo lui possono fare il salto di qualità anche in A. Io non lo metterei come salvatore della patria, non si può sovraccaricare, ma se non lo fai giocare contro l’Udinese cosa lo convochi a fare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. patricio.hernandez - 3 giorni fa

        a me viene in mente immobile-audero-mattiello del bologna e l’attaccante del genoa che nn ricordo il nome

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. anpav - 3 giorni fa

          Confermo patricio. Se ricordo bene De Ceglie anche

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Madama_granata - 3 giorni fa

    Lasciamo per ora Millico a “brillare” nella sua Primavera, che ha tanto bisogno dei suoi gol x tornare a vincere e per non vanificare una stagione eccellente.
    Io penso che la partita contro il Napoli, a Napoli, sarebbe tra le meno adatte per fare esordire Millico.
    Partita difficile, scabrosa, in cui, siamo onesti, rischiamo di prendere una batosta.
    Se tutto gira male, rischia di fare la fine di altri nostri giovani che, buttati nella mischia in una gara già compromessa, sono poi stati giudicati degli “incapaci” perché non hanno saputo ribaltare il risultato!!
    Quasi come se il peso della sconfitta fosse gravato tutto sulle loro spalle!
    Ricordiamoci poi che Mazzarri voleva farlo entrare al 90° contro l’Udinese, quindi, praticamente, non aveva intenzione di farlo giocare.
    Per tenerlo in panchina in serie A, meglio lasciarlo a lottare con la squadra di Coppitelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. saettadallimite - 3 giorni fa

    Lasciatelo giocare con la Primavera, per favore, almeno le partite importanti, andare al San Paolo è una bella cosa ma poter magari alzare un trofeo col Toro Primavera è troppo importante. Fatelo capire a Mazzarri, please…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. marione - 3 giorni fa

    Non sapevo che fosse il Var a stabilire chi entra in campo e chi no, quanti secondi avrebbe giocato poi?
    Il ragazzo pare veramente forte, anche se tra Primavaera e prima squadra c’è un abisso, questo pare avere le carte per essere uno che fa la differenza. Ieri sera ho visto Mbappè e Zaniolo, che non giocano proprio con delle schiappe, fare faville. I nostri stanno in panchina…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. anpav - 3 giorni fa

      Non ha deciso la VAR e lo sai bene. Ha deciso l’evolversi della gara. Metti in campo un attaccante giovanissimo se sei sotto, e devi recuperare, o se stai vincendo comodo. Se stai soffrendo il ritorno altrui, non è la prima carta che ti viene in mente. Sempre polemiche. solo polemiche

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy