Il talento inespresso in cerca di rivincita

Il talento inespresso in cerca di rivincita

Estate 2010: scambio di comproprietà tra Torino e Inter. In nerazzurro approda il figlio d’arte Simone Benedetti mentre in granata giunge Alen Stevanovic. Si tratta di un’operazione che fa storcere il naso a molti tifosi, attaccati al promettente difensore cresciuto nelle giovanili del Toro; nello stesso tempo però c’è grande curiosità anche nei confronti del nuovo arrivato, un giovane fantasista serbo…

Estate 2010: scambio di comproprietà tra Torino e Inter. In nerazzurro approda il figlio d’arte Simone Benedetti mentre in granata giunge Alen Stevanovic. Si tratta di un’operazione che fa storcere il naso a molti tifosi, attaccati al promettente difensore cresciuto nelle giovanili del Toro; nello stesso tempo però c’è grande curiosità anche nei confronti del nuovo arrivato, un giovane fantasista serbo di belle speranze, nazionale Under 21, dotato di grande tecnica e definito da Josè Mourinho come il nuovo Sneijder.
Le aspettative purtroppo vengono quasi subito deluse: dopo un buon esordio in Coppa Italia contro il Cosenza dove fa intravedere giocate di classe e numeri d’alta scuola procurandosi anche un rigore, Stevanovic si perde fin quasi a scomparire. Mister Lerda in allenamento non lo vede bene, il ragazzo è tecnico ma talvolta troppo egoista e lezioso; gli viene data qualche chance che puntualmente getta alle ortiche; in inverno allora, per consentirgli di giocare con maggiore continuità, ecco il trasferimento a Toronto, nella MLS, una delle poche destinazioni possibili vista la chiusura del mercato europeo.
Ora Stevanovic è tornato alla base, arricchito da un anno tra i professionisti( all’Inter aveva giocato praticamente solo in Primavera) e desideroso di riscattarsi e di far vedere tutto il suo valore; Ventura ha subito dichiarato di apprezzare l’impegno del ragazzo nei primi giorni di ritiro dandogli anche fiducia dall’inizio come ala destra nell’amichevole contro la Fiorentina.
Certo quest’anno la concorrenza sugli esterni, ruolo nel quale dovrebbe essere impiegato vista l’assenza del trequartista nel nuovo modulo granata, è molto agguerrita e per il giovane serbo di passaporto svizzero non sarà facile trovare posto, ma come sempre sarà il campo a parlare e se dimostrerà di essere in forma potrebbe esserci spazio anche per lui.

 Alen STEVANOVIC
Numero 44
Nato a: Zurigo, 7/01/1991
Altezza: 180 cm
Ruolo: esterno offensivo
Ultima stagione: Toronto, 12 presenze
Formula contrattuale: comproprietà tra Torino e Inter
Valore del cartellino: 450000 euro

 

 

Nasce il Torino 2011/2012
Nando Coppola
Matteo Darmian
Danilo D’ambrosio
Kamil Glik
Valerio Di Cesare
Francesco Pratali
Angelo Ogbonna
Luciano Zavagno
Migjen Basha
Manuel Iori
Giuseppe Vives 
Sergiu Suciu
Biagio Pagano
Stefano Guberti
Nnamdi Oduamadi

Foto M. Dreosti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy