Inter-Torino, le statistiche parlano chiaro: nerazzurri più prolifici, ma quante distrazioni in difesa

Inter-Torino, le statistiche parlano chiaro: nerazzurri più prolifici, ma quante distrazioni in difesa

Verso Inter-Torino / I numeri delle due squadre a confronto: uomini di Ventura con 4 reti in meno al passivo. Un solo successo negli ultimi 4 incontri casalinghi per la compagine milanese

Commenta per primo!

In vista della sfida di domenica prossima tra Inter e Torino, i pronostici sono ovviamente favorevoli ai padroni di casa. Se vogliamo, però, mettere a confronto le statistiche delle due squadre, ecco che è possibile intuire come i nerazzurri siano indubbiamente favoriti, ma il Toro possa ugualmente mettere in seria difficoltà il suo avversario.

GRANATA MIGLIORI IN DIFESA – Nonostante in 4 punti in meno in classifica, i granata registrano infatti solamente 21 reti al passivo, ben 4 in meno rispetto alla retroguardia del Biscione, guidata, per intenderci, da gente del calibro di Vidic, Ranocchia e Juan Jesus. Discorso decisamente diverso per quanto concerne l’attacco, autentico tallone d’Achille della formazione allenata da Ventura: finora l‘Inter ha trovato la via del gol in 29 occasioni, mentre gli squilli del Toro ammontano a 16 (di cui 3 messi a segno nella recente trasferta di Cesena).

ENTRAMBE LE SQUADRE SONO IN SALUTE – La compagine milanese giungerà all’incontro con i granata (a loro volta in scia positiva da 6 turni) reduce da 5 risultati utili consecutivi. L’ultima vittoria risale alla 18° giornata, un 3 a 1 ai danni del Genoa che ha permesso agli uomini di Mancini di tornare ad un successo tra le mura amiche che mancava dal turno di campionato.

I NUMERI INDICANO COME SI PUO’ FAR MALE ALL’INTER – Alla luce di quanto appena affermato, è evidente che domenica prossima il Toro si troverà di fronte una squadra che, pur possedendo un valore tecnico generale superiore ai granata, ha conquistato solamente 4 punti in più rispetto a questi ultimi. Non sono, inoltre, da trascurare le difficoltà incontrate dall’Inter nell’imporsi davanti al proprio pubblico (un solo successo negli ultimi 4 confronti casalinghi) e nel mantenere la propria porta inviolata.

L’arrivo di Podolski e Shaqiri ha dato entusiasmo alla piazza e qualche progresso si è già visto (basti pensare al pareggio allo Juventus Stadium), ma il Toro, che, come riportato poc’anzi, parte con gli sfavori del pronostico, non deve assolutamente darsi per vinto: far male all’Inter è possibile, lo dimostrano i numeri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy