Italia, c’è spazio per Benassi: il Torino per affermarsi anche in azzurro

Italia, c’è spazio per Benassi: il Torino per affermarsi anche in azzurro

Focus On / Ventura non ha abbondanza di mezzali di sostanza: il classe 1994 può sperare di inserirsi in pianta stabile nel gruppo

In questa Italia c’è spazio anche per Marco Benassi, ora starà al centrocampista del Torino sapersi imporre come potenziale innesto in pianta stabile nel gruppo di Giampiero Ventura. Gli indizi per desumerlo sono due: innanzitutto la stima totale del CT azzurro, che ai tempi del Torino ripeteva spesso di ritenere il modenese classe 1994 un gioctore di grande qualità, destinato a suo dire a diventare protagonista anche con la maglia dell’Italia. E poi, la sostanziale carenza di mezzali di sostanza per il 3-5-2 che il guru genovese ha trasportato dal granata all’azzurro.

Se verrà confermato anche in futuro questo sistema di gioco – non è detto che sarà così, visto che Ventura ha affermato a più riprese di volere gradualmente pensare a un modulo che possa valorizzare l’abbondanza di esterni offensivi che presenta il calcio italiano, da Candreva a Insigne a El Shaarawy per finire a Berardi e Sansone – è chiaro che per Marco Benassi c’è spazio per potersi inserire di prepotenza nel gruppo azzurro. Non c’è grande abbondanza di mezzali di sostanza, attualmente, tra gli azzurrabili. Nel ruolo di playmaker ecco De Rossi e Verratti, in quanto a interni invece il ruolo non è del tutto coperto. L’infortunio grave di Riccardo Montolivo, ad esempio, ha indotto Ventura a schierare, in casa della Macedonia, Bonaventura e Bernardeschi: giocatori di classe che però non assicurano, come si è potuto capire, dal punto di vista della sostanza e dell’equilibrio. Nella categoria “interni di sostanza” rientra certamente Marco Parolo, poi ci sono Sturaro e Giaccherini, che però giocano poco o nulla in Juventus e Napoli.

Italy Training Session

Per Marco Benassi, già capitano dell’Under 21 e ieri in panchina in quanto convocato da Ventura per sostituire Montolivo, c’è quindi non solo la speranza, ma la concreta possibilità di potersi inserire da protagonista nel gruppo azzurro. Conditio sine qua non, ovviamente, le prestazioni con la maglia del Torino: è agli ordini di Mihajlovic che il modenese dovrà sapersi imporre con continuità di prestazioni e gol. Le partite contro Roma e Fiorentina hanno detto che il percorso imboccato è quello giusto. Nel frattempo, Benassi si è ri-aggregato alla Nazionale Under 21: domani c’è la trasferta in Lituania, da cui si dovrà uscire con un risultato positivo per centrare la qualificazione a Euro 2016.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy