Kamil Glik, i tifosi e quella voglia di Toro che impazza

Kamil Glik, i tifosi e quella voglia di Toro che impazza

Approfondimento/ I tifosi sognano di rivederlo in campo. É lui la bandiera del Torino di Ventura

La costante che tutti i tifosi del Torino vorrebbero ritrovare in campo nel prossimo campionato è indubbiamente Kamil Glik. Il capitano è stato senza alcun dubbio il simbolo della stagione passata, entrando di diritto nel cuore dei sostenitori granata. Infatti, il reale valore del polacco difensore del Toro va ben oltre la mera quotazione economica e le superbe prestazioni in campo. Glik è il Torino e ne rappresenta tutte le caratteristiche: ardore, grinta, sacrificio e impegno misti ad umiltà e buonsenso. A tutto ciò ovviamente fanno da cornice le gare di cui si è reso protagonista e gli indimenticabili 8 gol tra campionato ed Europa League nella scorsa stagione, un bottino niente male per uno che gioca al centro della difesa.

Per tutti, Kamil è diventato un ragazzo in cui è possibile identificarsi, un giovane che va controcorrente tra le schifezze del “calcio moderno” e che perciò è stato eretto a uomo bandiera della squadra come non si vedeva dai tempi di Pulci e Sala. Assieme a Darmian, è il ragazzo con la faccia pulita che tutti dovrebbero prendere a modello e che ormai è diventato un punto fisso ed irremovibile per una squadra che mira a fare un ennesimo grande salto nella prossima stagione di campionato.

Nell’attuale campagna acquisti il Torino sembra aver adottato una strategia: comprare giovani ed affiancarli ai punti di forza della rosa, i veterani, gli esperti che saranno per loro una guida e Glik molto probabilmente sarà uno di questi. Più passano i giorni e più aumentano le possibilità che il Capitano sia una delle basi da cui ripartire per crescere e migliorare ancora.

Le fantastiche prestazioni e il valore umano del giocatore hanno fatto si che tutta Europa si concentrasse su di lui: dalle sirene inglesi, sino a quelle tedesche; a metà giugno anche la stampa turca non aveva alcun dubbio e sosteneva che il capitano avesse già trovato un accordo con il Galatasaray. La squadra di Istanbul offriva (solo) 10 milioni per Glik, cosa che portò Cairo a stabilire di non prendere in considerazione la possibile ed eventuale trattativa.

Il 30 giugno era la data ultima per decidere del futuro di Glik, Darmian e gli altri big del Torino, il 30 giugno è passato e sono tutti ancora sotto la Mole. Il capitano ha trovato il suo habitat naturale e adesso è ben difficile che arrivi un’offerta in questi giorni che possa fargli fargli cambiare idea, sebbene nel calciomercato non sia mai detta l’ultima parola, sino alla sirena finale.

In barba a tutte le voci di mercato, Kamil Glik si gode il meritato riposo in vacanza con famiglia e amici. E mentre i granata si apprestano a ripartire verso una nuova stagione, la voglia di Toro cresce senza misura. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy