La moviola di Roma-Torino: Calvarese è ancora imbarazzante

La moviola di Roma-Torino: Calvarese è ancora imbarazzante

Gli episodi arbitrali / L’arbitro di Teramo vede una partita tutta sua: non è nuovo a destare sospetti di compensazioni, sommando errori su errori

4 commenti

La moviola di Roma-Torino vede una prestazione alquanto imbarazzante dell’arbitro Giampaolo Calvarese di Teramo e del suo team arbitrale. Il direttore di gara, incappa in una pessima serata e  compie delle sviste clamorose, vede una partita tutta sua e corona la pessima prestazione inventando un rigore di sana pianta per Francesco Totti, dopo non aver sanzionato due falli di mano di Silva e Gazzi. L’auspicio è che l’AIA provveda, a differenza che in altri frangenti, riservando all’arbitro abruzzese almeno un turno di riposo per riordinare le idee.

Giusto il rigore che porta in vantaggio il Torino. Su cross di Silva, Manolas trattiene vistosamente la maglia di Belotti. Da notare che Calvarese aveva lasciato correre: la segnalazione gli è arrivata dal giudice di porta Giacomelli. Sul finire del primo tempo, non sanzionato con la massima punizione un mani di Silva dopo un piattone di Nainggolan: il tocco è netto, il braccio è largo, nel tentativo di discolpare Calvarese si può dire che si trattava di un pallone ravvicinato e quindi, a norma di regolamento, si poteva ritenere il fallo involontario.

Florenzi protesta per il mancato rigore su Silva protestando in ginocchio col giudice di porta
Florenzi protesta per il mancato rigore su Silva protestando in ginocchio col giudice di porta

Discorso diverso, invece, per quanto riguarda il fallo di mano di Gazzi nella ripresa. Il braccio del centrocampista, su cross dal fondo di Florenzi, è largo e va verso la palla. Errore piuttosto assurdo sia di Giacomelli che di Calvarese. Il quale a quel punto, sullo scoccare del novantesimo, pensa bene di inventare un rigore per la Roma per un mani inesistente di Maksimovic. Il pallone va sulla schiena del serbo, che comunque aveva il braccio attaccato al corpo.

moviola, Maksimovic, Roma-Torino

Chi ha buona memoria, ricorderà che non è la prima volta che Calvarese desta sospetti di “compensazione”. Nel Sassuolo-Torino del 19 aprile 2015, concesse prima un rigore al Sassuolo per un non-fallo di Glik su Floro Flores, poi mise i conti in pari concedendo ai granata un penalty altrettanto generoso, per “fallo” questa volto di Floro Flores su Glik. L’arbitro di Teramo, che stavolta è stato “salvato” da Totti, dovrebbe tenere ben presente che un errore più un altro errore dà come risultato due errori.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Michele Nicastri - 11 mesi fa

    Incapace e gobbo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. aterreno - 11 mesi fa

    Mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. RDS- toromaremmano - 11 mesi fa

    Come vengono giudicati i calciatori in base alle prove tv, dovrebbero esser giudicati certi arbitri che deliberatamente cercano di compensare errori precedenti con errori ancor più gravi e mi chiedo come certi arbitri raggiungono la serie A.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Jerry - 11 mesi fa

    Un incapace di categoria assoluta!!! Uno così non gli farei arbitrare neanche il torneo parrocchiale di quartiere… A dir poco SCANDALOSO!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy