‘L’Avellino? Pensiamo all’andata…’

‘L’Avellino? Pensiamo all’andata…’

Il motorino del centrocampo granata, uno dei pochi a detta di tutti ad essere veramente insostituibile, è Andrea Ardito. In una conferenza stampa allestita ai bordi del campo del Sanmauropianese e interrotta, a tratti, da qualche pallone finito fuori bersaglio, il mediano non accetta la definizione di insostituibile. “Siamo tutti necessari, nessuno è indispensabile. Lo ha dimostrato la squadra facendo punti…

Il motorino del centrocampo granata, uno dei pochi a detta di tutti ad essere veramente insostituibile, è Andrea Ardito. In una conferenza stampa allestita ai bordi del campo del Sanmauropianese e interrotta, a tratti, da qualche pallone finito fuori bersaglio, il mediano non accetta la definizione di insostituibile. “Siamo tutti necessari, nessuno è indispensabile. Lo ha dimostrato la squadra facendo punti e giocando bene anche quando sono stato assente”.

Continuando a correre così tanto non c’è il rischio di arrivare scarico a giugno ?

"No, sto benone. Mi auguro di continuare così a lungo. E poi la forza di questa squadra è un gruppo dove ci sono ottime alternative in tutti i reparti".

Come spiega le difficoltà di Verona, soprattutto nei primi 10 minuti?

"Con il fatto che loro sono partiti fortissimo, poi però sono spariti. Infatti dopo la traversa di Italiano non hanno fatto altro. E nel secondo tempo ci siamo stati solo noi in campo".

Una vittoria arrivata quasi allo scadere…

"Sì, è stato importante continuare a provarci usando la testa e la pazienza, senza sparacchiare palloni a caso in avanti. Una cosa essenziale da qui a fine campionato".

Quanto vi ha frenato il caldo ?

"C’erano quasi 30 gradi, è logico che un po’ siamo stati condizionati, però abbiamo retto bene e dovremo continuare a fare così fino alla fine, anche perché i cali di ritmo dovuti al caldo li sentiremo tutti".

Ormai Catania e Atalanta sembrano andate…

"Questo a noi non deve importare. Rimangono cinque partite in cui dovremo puntare a vincere ovunque. Poi alla fine valuteremo dove siamo e dove sono gli altri. Adesso pensiamo all’Avellino: all’andata è finita 1-0, noi dobbiamo pensare a quella partita, quando non stavamo giocando male, ma non siamo stati accorti a dovere. Poi chi troveremo, negli eventuali play off lo scopriremo quando sarà il momento".

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy