Le pagelle di Torino-Reggina

Le pagelle di Torino-Reggina

Sereni 6,5: nel primo tempo salva la rete con due interventi che ricordano la stagione passata, un paio di uscite incerte nella ripresa ci riportano alla realtà attuale

Rivalta 6: gioca in maniera essenziale senza sbagliare pressoché nulla, non appoggia Abate in fase offensiva ma copre bene in fase di non possesso

Dellafiore 6:…

Sereni 6,5: nel primo tempo salva la rete con due interventi che ricordano la stagione passata, un paio di uscite incerte nella ripresa ci riportano alla realtà attuale

Rivalta 6: gioca in maniera essenziale senza sbagliare pressoché nulla, non appoggia Abate in fase offensiva ma copre bene in fase di non possesso

Dellafiore 6: Corradi è un cliente ostico da marcare, se la cava senza soffrire più di tanto

Pisano 6: sbroglia subito una situazione pericolosa, poi si deve arrendere all’ennesimo infortunio

Ogbonna 7: inesauribile in fase di spinta sulla fascia sinistra, più attento del solito in marcatura esce spesso palla al piede da situazioni pericolose dimostrando personalità

Abate 5,5: nel primo tempo riesce a fare qualche sgroppata delle sue senza però mettere palloni interessanti in area, nella ripresa spesso viene fermato da Costa

Zanetti 5,5: al ritorno dopo la lunga assenza il grintoso centrocampista sfodera un primo tempo tutta grinta recuperando palloni e spingendosi in avanti, nella ripresa cala vistosamente

Saumel 6 : il più ordinato e lineare dei centrocampisti granata, si immola nella ripresa gettandosi a corpo morto su una conclusione di Cozza

Rosina 6,5: continua il lento miglioramento del capitano che fa ben sperare per il futuro, il gioco però stasera era palla a Rosina e che ci pensi lui, fortunatamente non si intestardisce troppo nel portare palla e sforna giocate per i compagni a ripetizione, nel finale la stanchezza gli impedisce di essere preciso nel tiro e negli assit

Amoruso 4,5: un paio di assist di testa non giustificano la sua presenza in campo, irriconoscibile rispetto all’inizio di stagione, rallenta l’azione toccando sempre la palla una volta di troppo e nel secondo tempo perde un pallone ingenuamente che per fortuna la Reggina non sfrutta a dovere, troppo molle nell’area avversaria

Bianchi 5,5: sua l’unica occasione del primo tempo fuori misura due girate di piede nella ripresa, non meritava la sostituzione, ci mette più grinta del compagno di reparto, ma la grinta per chi ha visto giocare Pulici è un’altra cosa.

Di Loreto 6 : rimedia all’unico errore di Rivalta, non si perde nei soliti stucchevoli lanci lunghi anzi appoggia più volta la palla con una sicurezza inconsueta, attento in marcatura

Dzemaili 6: il suo ingresso in campo migliora il Toro, sfortunato nel prendere l’incrocio dei pali dopo un doppio scambio con Rosina

Stellone 5: due colpi di testa fuori di molto, di piede ne azzecca poche, come per i suoi compagni di reparto l’assenza di grinta in una partita del genere è imperdonabile.

 

Novellino 5,5: dopo aver spergiurato che non avrebbe mai fatto giocare Rosina dietro le punte libero di svariare, lo impiega in questo ruolo (il suo ruolo) per la seconda volta consecutiva. Nel primo tempo mette in campo una squadra senza nessuno che detti i tempi a meta campo, nella ripresa inserisce Dzemaili e le cose migliorano, poi inserisce Stellone e non toglie Amoruso peggiorando la squadra e consegnando così il Torino allo 0a0

 

La Reggina 6 : disputa la sua onesta partita rischiando addirittura di vincerla nel primo tempo, nel secondo si limita a gestirla portando a casa un risultato positivo senza faticare più di troppo,

 

Farina 5 : ha l’unico neo, grave, di non espellere Lanzaro per l’entrata assassina su Ogbonna, le immagini non chiariscono bene la dinamica dell’ammonizione per simulazione a Rosina che sembra allargare la gambe per cercare il contatto che puntualmente avviene.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy