Levante, Muñiz blocca Lukic: “Ci serve. Guardo come si allena, non ciò che dice”

Levante, Muñiz blocca Lukic: “Ci serve. Guardo come si allena, non ciò che dice”

Le parole / L’allenatore ha parlato della situazione del giocatore granata: “Lukic è un grande giocatore che può fare grandi prestazioni”

di Redazione Toro News

L’allenatore del Levante, Juan Ramón López Muñiz, ha parlato in conferenza stampa, soffermandosi anche sulla situazione di Sasa Lukic, centrocampista di proprietà del Torino che sulle nostre colonne aveva rilasciato un’intervista nella quale dichiarava di voler tornare sotto la Mole e che a gennaio avrebbe valutato la possibilità (QUI l’intervista esclusiva). Qualche giorno fa il centrocampista ha esordito con la maglia del Levante nella Liga, dopo quasi metà stagione passata in panchina anche a causa di infortuni. Il ragazzo ha giocato una buona partita contro una squadra difficile come il Siviglia, e anche lo stesso allenatore del Levante ha voluto sottolineare la buona prova di Lukic, tornando anche sulle parole rilasciate qualche giorno prima.

Se partiamo dall’inizio, Lukic è venuto qui perché non aveva minuti a Torino. Quando avrebbe potuto giocare si è infortunato, e quando ha giocato lo ha fatto bene. Le prime partite della squadra sono state molto buone. Adesso è il suo momento.” Ha esordito in questo modo il tecnico in conferenza stampa, soffermandosi anche sul perché Lukic si sia infortunato: “Dire che il ragazzo è venuto qui per avere più minuti e per giocare non credo che sia una cosa sbagliata. Però posso valutarlo meglio se viene detto a me, e non alla stampa. Per me il tema è diverso. L’unica cosa che ho detto a lui e alla dirigenza all’epoca è che andava con un fastidio muscolare in Nazionale e questo non andava bene. Perché se vai con alcuni problemi e poi giochi 180 minuti, è normale infortunarsi. Mettiamoci in contatto con la Federazione per occuparci di quelle situazioni.

Infine ha concluso dicendo: “Lukic è un grande giocatore che può fare grandi prestazioni. Ed ora che sta bene fisicamente potrà essere d’aiuto. L’allenatore guarda come un giocatore si allena, non come parla.” Parole che sembrano precludere a un possibile ritorno a Torino, durante il mercato di gennaio, del giocatore serbo. La società di Valencia ha infatti in mano i diritti sulle prestazioni sportive del ragazzo sino al 30 giugno e non si può prescindere, fino ad allora, dal suo parere.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy