Lo Steva ritrovato

Lo Steva ritrovato

 
Uno Steva rinato – Sembrava dovesse partire durante il mercato di riparazione. Messo ai margini da Ventura dopo aver steccato più volte le chance offertegli dal mister.  Poi, contro il Cagliari, il risveglio. Un goal (secondo stagionale),…
 
Uno Steva rinato – Sembrava dovesse partire durante il mercato di riparazione. Messo ai margini da Ventura dopo aver steccato più volte le chance offertegli dal mister.  Poi, contro il Cagliari, il risveglio. Un goal (secondo stagionale), tanta sostanza e qualità. Finalmente, nel silenzio di un Is Arenas a porte chiuse,  si è rivisto lo Stevanovic che i tifosi del Toro hanno imparato ad apprezzare nella serie cadetta. Dribbling, corsa e capacità propositiva. Tiepido anche lui nel primo tempo a causa di una squadra che non gira mentre nel secondo tempo si propone bene e segna la rete del momentaneo pareggio.
 
Ammissione di responsabilità – Il giocatore serbo si prende le sue responsabilità per i mesi di appannamento che lo hanno afflitto. Nel post partita ammette di essersi perso e non cerca scuse, caricando su se stesso le colpe di un campionato fino a ieri all’insegna dell’amarezza. “Ho capito, non succederà più, da ora in avanti seguirò l’allenatore”. L’auspicio è che alle parole seguano i fatti ma la buona volontà e la prestazione di ieri sono già un primo passo per il recupero del talentuoso esterno di Ventura.
 
Riconferma contro il Palermo? – Per la fondamentale partita contro i siciliani Steva si candida dunque per un possibile posto da titolare. I segni di risveglio del tornante granata sono promettenti e una conferma potrebbe essere una ulteriore iniezione di fiducia. A scelta di Ventura dipenderà anche dalla situazione di Santana, con le dovute valutazioni sulla condizione fisica dell’argentino.
 
 
Redazione TN
(Foto M.Dreosti)
 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy