Martinez, quando la voglia non basta più

Martinez, quando la voglia non basta più

Focus On / L’attaccante granata ha avuto la possibilità di giocare 90 minuti, ma nel momento di realizzare…

Martinez

Torino e Bologna si sono scontrate nella giornata di ieri, con i granata che hanno portato a casa 3 punti nel finale di partita: un match che sembrava indirizzato ad un pareggio a reti bianche, viste le pochissime occasioni avute dalle due squadre. Tuttavia, un giocatore ha avuto più occasioni di mettere la palla dentro lungo tutta la sfida, Josef Martinez: eppure, l’unico marcatore della partita resta Andrea Belotti, vero e proprio trascinatore granata.

BUONE GIOCATE… – L’attaccante granata non si può dire che non abbia cercato di mettersi in mostra, dialogando anche con il suo compagno di reparto: si è presentato due volte davanti a Mirante, in modo molto concreto. La prima occasione è stata nei primi minuti del primo tempo, con Belotti che ha servito il numero 17: buon controllo di Martinez, tiro scoccato ma bersaglio mancato. La seconda occasione è stata un’azione molto bella del venezuelano, che ha corso per 40 metri, è arrivato alla conclusione sfiorando il palo alla destra del portiere.

Martinez
Josef Martinez: ancora zero gol in questa Serie A

…MA SERVONO I GOL – Il Torino è riuscito a strappare i tre punti al Dall’Ara, ma se non ci fosse stato quell’episodio al minuto 92, Martinez sarebbe stato l’indiziato numero 1 per il mancato risultato granata. Due occasioni sono tante, soprattutto in un match molto tattico e macchinoso come quello di ieri: se Martinez vuole confermarsi per indossare ancora la maglia granata, serve che arrivino i gol. Ha chiesto più spazio, Ventura gliel’ha concesso ma il numero 17 ha mancato ancora una volta l’obiettivo principale.

Da qui alla fine dell’anno non avrà moltissime occasioni per mettersi in mostra, dato che Belotti è inamovibile, Maxi Lopez si sta confermando e si aspetta ancora il ritorno di Immobile: il match contro il Bologna doveva essere la svolta per Martinez, che però non è riuscito a concretizzare… L’ennesima possibilità sfumata in modo dolce, fortunatamente per la squadra granata.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Nick - 11 mesi fa

    Redazione ma non vi trovate ridondanti su questo giocatore? Scrivete sempre le stesse cose dall’inizio del campionato. Non segna punto, spero faccia posto a un’altra punta. Tra lui e amauri non so chi è stato peggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. aterreno - 11 mesi fa

      Amauri secondo me e’ un gran giocatore, a Torino e’ arrivato a fine carriera, e ha la pecca degli anni alla Juve.

      Ma altrimenti, gran grinta e ha segnato dei buoni goal, forte di piede e di testa.

      Non e’ un Lopez o forse manco un Rolando Bianchi ma e’ meglio di Martinez dai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Belfagor - 11 mesi fa

    Per quest’anno, tra Obi e Martinez, abbiamo fatto il pieno di “bidoni”..!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Clozza - 11 mesi fa

      Analisi perfetta Belfagor!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. aterreno - 11 mesi fa

    Parlando di cose serie l’Atalanta ha fatto una gran partita con la roma, buon calcio, buon pareggio.
    Kurtic ha fatto dei gran passaggi, incluso un assist, Boriello ha fatto vedere che non e’ morto e si e’ vendicato alla grande.
    Chiaro, ci vuole voglia. Avremo la stessa voglia contro la Roma?
    La classifica stasera ci sorride, con Empoli e Genoa che perdono, il campionato di quest’anno e’ cosi’ scarso che veramente basterebbero un paio di vittorie per salire in classifica.
    In assenza di gioco, almeno facciamo un buon risultato col Sassuolo e vediamo che succede con la Roma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. aterreno - 11 mesi fa

    a casa e ancora con sta foto dove si tocca i marroni, bastaaaa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. fabrizio - 11 mesi fa

    un attaccante deve fare goal. Questo purtroppo non sa nemmeno che cosa voglia dire la parola goal

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy