Martinez si batte ma cade contro il Brasile: Mondiale lontano per il Venezuela

Martinez si batte ma cade contro il Brasile: Mondiale lontano per il Venezuela

Il numero 17 corre e lotta ma non basta: ora i vinotinto sono ultimi nel girone di qualificazione a 2 punti dopo 10 partite. La gara contro i Brasile sospesa per 10 minuti per blackout

Nella notte sono scese in campo le squadre sudamericane impegnate nelle qualificazioni ai Mondiali del 2018 in Russia. Il Venezuela di Josef Martinez perde per  2-0  contro il Brasile, che vola in testa al gruppo e lascia i vinotinto fanalino di coda, con appena 2 punti conquistati in 10 partite, per uno score di 8 sconfitte e due pareggi.

Il classe ’93 del Toro gioca 90′, partendo naturalmente titolare nella propria selezione, e si rende anche protagonista di qualche buona sortita, impegnando i difesnori brasiliani in un paio paio di occasioni già durante il primo tempo. Tuttavia, il Brasile passa con Gabriel Jesus, che manda tutti al break sull’1-0. Nella ripresa, il Brasile raddoppia con Willian, e al 75′ si spengono le luci dell’Estadio Metropolitano de Merida, e così la partita deve essere interrotta per circa venti minuti. La partita ricomincia senza stravolgimenti, ma il Venezuela non incide, pur dimostrando dinamismo e intraprendenza. Martinez ci prova ed è sicuramente uno dei più positivi dei suoi, e al 82′ un suo spunto in area poteva regalare una chance dal dischetto per la vinotinto, ma l’arbitro lascia correre scatenando le proteste locali.

Josef Martinez, dunque, cade nuovamente con il suo Venezuela, e questa volta la sconfitta potrebbe essere più pesante del solito, visto e considerato che la qualificazione ai Mondiali diventa una vera e propria utopia per i vinotinti ora.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy