Mihajlovic e Inzaghi, amici-nemici: dai sorrisi condivisi al primo confronto in panchina

Mihajlovic e Inzaghi, amici-nemici: dai sorrisi condivisi al primo confronto in panchina

Testa a testa / Nessun precedente tra i due tecnici, ex compagni di squadra nella Lazio: cinque stagioni ed altrettanti trofei fianco a fianco; domani pomeriggio avversari per la prima volta

Domani pomeriggio, ore 15.00, lo Stadio Olimpico Grande Torino sarà teatro di un match che si prospetta particolarmente interessante ed aperto a qualsiasi risultato non soltanto per la qualità delle formazioni che si affronteranno (i granata padroni di casa e la Lazio, per uno scontro diretto tra compagini che occupano attualmente la quarta posizione in Serie A) ma anche per l’alto livello di imprevedibilità e di elementi incogniti propri della partita stessa: proprio di questi fa parte il duello dal retrogusto agrodolce tra i due tecnici Sinisa Mihajlovic e Simone Inzaghi. Agrodolce, perchè mai?

Si tratterà del primo confronto in assoluto per i due allenatori, che non si sono mai incrociati nel corso delle rispettive carriere e la motivazione è molto semplice: se il serbo ha ormai alle spalle parecchie stagioni da tecnico, differente è il discorso per Simone Inzaghi. Il tecnico laziale, dopo aver allenato nel settore giovanile biancoceleste, è solamente al secondo anno alla guida dei professionisti dopo aver seduto per la prima volta sulla panchina della Lazio soltanto lo scorso 10 aprile. Calendario ha quindi voluto che i due non si incrociassero nemmeno nelle giornate finali del passato campionato. La sfida sarà così carica di sentimento per via della grande conoscenza ed amicizia che lega i due tecnici, che da giocatori hanno condiviso annate ed esperienze indelebili fianco a fianco proprio con la maglia biancoceleste: Mihajlovic approdò nella capitale nel 1998 ove rimase sino al 2004, per poi trasferirsi all’Inter; per quanto riguarda Inzaghi invece, la Lazio lo acquistò nel 1999 e, fatta eccezione per due brevi parentesi con le maglia di Sampdoria ed Atalanta, rimase a Roma fino al termine della propria carriera nel 2010. Innumerevoli le battaglie combattute insieme, così come le gioie delle quali sicuramente i due avranno sempre memoria.

Udinese Calcio v SS Lazio - Serie A

Nel corso delle cinque stagioni trascorse sotto lo stesso segno infatti, gli attuali tecnici di Torino e Lazio hanno vinto uno Scudetto (1999-2000), due Coppe Italia (1999-2000 e 2003-2004), la Supercoppa Italiana 2000 ed infine la Supercoppa Europea 1999. Trofei rinomati, non solamente dunque sollevati entro i confini dello Stivale. Per quanto riguarda il confronto meramente tecnico, si tratterà di una nuova stimolante sfida per Mihajlovic che dopo aver affrontato per la prima volta in carriera Paulo Sousa e De Zerbi – uscendo vincitore da entrambi i testa a testa – si troverà di fronte ad una nuova ‘mina vagante’ della Serie A mai incrociata in precedenza; impossibile però immaginare che le emozioni non trovino spazio nei cuori dei due ex compagni, adesso uno contro l’altro. Duello d’alta quota tra Torino e Lazio, sfida verità per i rispettivi tecnici: un tempo sul campo fianco a fianco, domani testa a testa seduti in panchina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy