Mihajlovic, la prima visita a Superga

Mihajlovic, la prima visita a Superga

Neo tecnico / Significative le sue parole :”Dovremo essere alla loro altezza ogni minuto che passeremo in campo”

1 Commento

“Ho chiesto al presidente di andare a Superga: gli Eroi non invecchiano mai, dovremo essere alla loro altezza ogni minuto che passeremo in campo”. Con queste parole si è presentato in conferenza Sinisa Mihajlovic, durante la sua presentazione. Un’attenzione speciale, dunque, quella riservata dal nuovo allenatore del Torino agli Invincibili.

E a sottolineare ulteriormente questo aspetto arriva anche la sorpresa della prima visita ufficiale nella veste di tecnico a Superga per il serbo, che vuole simbolicamente cominciare da qui l’avventura in granata. Ad accompagnarlo in quello che ormai è un ritrovo granata, c’è anche Petrachi, oltre che il presidente del Torino Urbano Cairo.

Il tecnico del Toro ha visitato anche la lapide degli Invincibili, come di consueto in visita a Superga, ponendo anche una corona di fiori per commemorare le vittime del Grande Torino: inoltre, Mihajlovic ha fatto delle domande al patron del Toro, riguardo al 4 maggio e alcuni aneddoti di quegli eventi. Caratteristica la domanda sul trombettista, che ogni volta che suonava rendeva il Torino “Invincibile“: Cairo ha confermato anche questo aneddoto.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. osvaldo - 7 mesi fa

    Eccellente Sinisa,
    un inizio con i fiocchi!
    Trasmetti la tua carica ai giocatori e fai capire loro cosa significa SUPERGA!
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy