Pagellone TN, Bovo voto 6: al posto giusto, al momento giusto

Pagellone TN, Bovo voto 6: al posto giusto, al momento giusto

I voti di fine stagione / Il centrale romano ha vissuto una seconda parte di stagione da subalterno, mettendosi sempre a disposizione quando necessario

2 commenti
Bovo, Atalanta, pagelle

Ad inizio stagione, erano due i profili granata a presidio del centrodestra difensivo: il primo pronto al definitivo salto di qualità, dopo un’estate passata sulla bocca di tutti durante il calciomercato ma determinata a dare il meglio ancora con la maglia del Toro per prepararsi ad un’eccellente cessione nell’estate successiva. Il secondo, la vecchia guardia, pronta a subentrare nel momento del bisogno, ma ormai non più affidabile al 100% dal punto di vista fisico. Difficile davvero immaginare che i due profili riflettessero le situazioni, rispettivamente, di Maksimovic e Bovo.

Già, perché se il centrale serbo, anche a causa di seri guai fisici, non ha potuto mettere in mostra il vero potenziale, Bovo ha saputo ritagliarsi una parte importante nel Torino di quest’anno, e non solo quando, nella prima parte di campionato, ha dovuto sostituire l’infortunato Maksimovic per la quasi totalità dell’andata, ma anche quando ha dovuto rispondere presente durante il ritorno, con il serbo definito stanco da Ventura ma forse già con la testa ad una possibile destinazione futura. L’ex Genoa, invece, si è sempre mosso con grande professionalità e tempismo, facendosi sempre trovare pronto nei momenti di difficoltà e nel finale di stagione, quando ha disputato 6 delle ultime 8 partite (e in una, l’ultima contro l’Empoli, è rimasto fuori per squalifica).

Insomma, una stagione da inatteso protagonista per Bovo, che spesso si è anche distinto nella retroguardia come l’ultimo a mollare, sebbene talvolta abbia pagato quando si trattava di contenere attaccanti rapidi e tecnici, potendo fare meno affidamento sulla sua esperienza. Un’annata preziosa, che l’anno prossimo, salvo stravolgimento, andrà ripetuta, con la consapevolezza di non essere la primadonna, ma di poter diventare l’uomo giusto al momento giusto.

PRESENZE: 21

MINUTI: 1895

GOL: 2

AMMONIZIONI: 10

VOTO: 6

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. aterreno - 10 mesi fa

    sei perche’ ha datto tutto quello che poteva dare, ma serve di piu’ di un bovo a destra…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rokko110768 - 10 mesi fa

    Tra i meno peggio dell’annata, sempre professionale e mai fuori dalle righe. 6+ per quanto mi riguarda, non è stato lui certamente il peggiore quest’anno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy