Palermo-Torino, la difesa rosanero: Goldaniga-Gonzalez e il vizio del gol

Palermo-Torino, la difesa rosanero: Goldaniga-Gonzalez e il vizio del gol

Verso il Match / L’italiano ex Juve è il costaricano sono molto abili sull’ex palle inattive. Occhio a Posavec, portiere rivelazione

1 Commento

Il Torino, il prossimo lunedì 17 ottobre, sarà impegnato in campionato contro il Palermo allenato da De Zerbi, giovane allenatore ex Foggia, che, in Sicilia, sta dimostrando di avere buone qualità in quanto a organizzazione di gioco. L’obiettivo dichiarato è la salvezza, risultato che deve passare dai risultati tra le mura amiche. E’ per questo che, contro i granata, molto probabilmente De Zerbi schiererà la sua miglior difesa, composta in primis dal giovane estremo difensore croato Posavec, una delle sorprese di questo campionato che, a suon di ottimi interventi e anche qualche errore – giustificato dalla sua verde età – ha tutto sommato protetto con affidabilità la porta del Renzo Barbera.

I TITOLARI – Il croato, che in questa stagione ha subito già 8 reti, di cui 5 tra le mura amiche, cercherà ovviamente di mantenere la porta inviolata, al fine di portare a casa qualche punto utile ad una salvezza non facile. A proteggere il giovane croato classe ’96, il tridente difensivo titolare di De Zerbi è in genere composto da Goldaniga – classe ’93 con origini milanesi – Giancarlo Gonzalez – al Palermo dal 26 agosto 2014 – e il più esperto Thiago Cionek, polacco con chiare origini brasiliane, nato infatti a Curitiba. Il difensore ex Modena, in questa estate, è stato impegnato agli EURO 2016 di Francia con la sua nazionale, con la quale però, ha collezionato soltanto 90′, interamente giocati contro l’Ucraina da terzino destro, partita poi vinta 1-0, con una rete di Błaszczykowski.

GOLDANIGA, VIZIO DEL GOL – Il più giovane dei tre però, è proprio Edoardo Goldaniga, difensore italiano, nato a Milano nel ’93, con qualche presenza anche nell’ Under 21 azzurra. Ambidestro e centrale di ruolo naturale, un passato alla Juventus e un presente rosanero: il match contro il Torino potrebbe essere un derby personale, proprio a causa delle sue radici calcistiche. In questa stagione, non ha ancora collezionato alcuna rete, ma nella scorsa annata a fine stagione il suo bottimo stagionale presentava  2 reti.

GONZALEZ E QUEL PRECEDENTE COL TORO – Parlando di Giancarlo Gonzalez, il difensore costaricano che il Palermo acquistò nel 2014, dopo l’ottimo ondiale brasiliano disputato con la sua Nazionale, a Torino molti ricorderanno la sua ultima partita allo Stadio Grande Torino. Era il 27 settembre 2015, e Torino-Palermo finì 2-1: Gonzalez prima mise nella sua porta, nel tentativo di anticipare Maxi Lopez, il pallone che regalò il  vantaggio alla squadra di Ventura. Poi, nel finale, segnò di testa il punto del 2-1, procurando un finale difficile alla squadra granata, che comunque riuscì a difendere la vittoria pur giocando con due uomini in meno per le espulsioni di Obi e Molinaro. Anche Gonzalez, infatti, è un difensore col vizio del gol. Nella sua avventura italiana, sono tre le reti segnate dal costaricano, che andrà curato con attenzione dai granata sulle palle inattive.

Una difesa che, fin qui, ha subito 8 reti e che, contro il Torino, cercherà di far restale tale questo dato. Ma il tridente granata è molto affamato e l’ex Belotti è pronto a colpire fatalmente la sua vecchia fiamma, squadra che lo ha lanciato e che lo ha portato nel calcio che conta.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ex calciatore - 2 mesi fa

    Che paura!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy