Parigini: “Al Chievo Verona ho trovato un gruppo stupendo”

Parigini: “Al Chievo Verona ho trovato un gruppo stupendo”

Presentazione / Il giocatore del Torino, trasferitosi temporaneamente alla squadra scaligera, ha dimostrato di essere felice dopo l’addio in granata

4 commenti
Vittorio Parigini Italia U21

L’attaccante del Torino Vittorio Parigini, che è stato ceduto temporaneamente al Chievo Verona, è stato presentato oggi ai tifosi della squadra scaligera: il calciatore ha dimostrato di essere felice di aver scelto la squadra di Verona, ed ha affermato di aver trovato un gruppo unito in cui si è adattato subito bene. Le sue prime parole nella presentazione, infatti sono state: “Sono stato sorpreso dal Chievo Verona: ho trovato un gruppo molto unito e coeso. In più la partita contro l’Inter mi ha riempito d’orgoglio, anche se mi è mancato il gol per poco…“.

DI SEGUITO L’INTERA PRESENTAZIONE DI PARIGINI:

Vengo da tre anni di esperienza in Serie B, ora volevo confrontarmi con la Serie A TIM. Cercavo una realtà piccola e solida come può essere il ChievoVerona. Ringrazio il mister e il Presidente che mi hanno voluto qui. Mister Maran mi ha fatto esordire sia in TIM Cup che in campionato. Per me sono stati motivi d’orgoglio e per questi due debutti che mi ha permesso di vivere lo ringrazierò sempre.
Conosco Filippo Costa perché abbiamo giocato insieme in Nazionale e Riccardo Meggiorini perché ho fatto con lui un ritiro al Torino, ma qui mi hanno aiutato tutti: da Dainelli a Sorrentino, tutti da quando sono arrivato fino a domenica mi hanno sempre dimostrato il loro sostegno.
Mi ha stupito Veronello, ci sono pochi Centri sportivi in Italia come questo. Qui c’è tutto per fare bene il calciatore. Mi aspettavo qualche difficoltà nell’integrazione con il gruppo, perché ero l’ultimo arrivato ma invece mi hanno fatto sentire parte di loro da subito come se fossi qui da luglio. Come società e come gruppo per un giovane non c’è di meglio“.

È il mio primo anno in Serie A TIM, voglio cercare di prendere più informazioni possibili dai miei compagni, soprattutto da quelli che giocano in attacco. Spero a fine anno di poter dire di essere pronto per la Serie A. Contro l’Inter non pensavo di entrare, ero molto agitato e teso, felice e carico e la serata di domenica non la dimenticherò mai. Cosa mi ha detto Maran prima di entrare? Mi ha detto che ci voleva responsabilità da parte mia. Mi ha detto: entra, corri, aiuta e divertiti. Queste sono state le sue parole nei miei confronti

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. abatta68 - 11 mesi fa

    Forse da queste dichiarazioni di Parigini si può capire meglio il perchè la società lo ha mandato in prestito, scegliendo una squadra adatta a lui e in grado di valorizzarlo al meglio, facendolo giocare in serie A e responsabilizzandolo. Questo serve a lui e serve a noi per il prossimo anno. Su cosa sarebbe migliorato restando in panchina? meno male che almeno lui, con le sue dichiarazioni, forse è riuscito a far comprendere l’intento di questo prestito, in risposta a tutti quelli che si sono scagliati contro Cairo in maniera pretestuosa, strumentalizzando anche questa operazione assolutamente azzeccata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. FVCG'59 - 11 mesi fa

    Vittorio, sei andato via perché al posto tuo c’è Falque (un fenomeno ex gobbo, ex Genoa, ex Roma, ex Peres in realtà), ma non preoccuparti: l’anno prossimo tornerai, quando la “rivoluzione” sarà finita, l’allenatore sarà stato giubilato (arriverà Moreno), Falque, Ljajic, Belotti, Baselli e Benassi avranno fatto plusvalenza e tu sarai il ns Capitano dal quale ricostruire la squadra (forse ancora in seri A).
    Un’altra settimana ormai passata a leggere nomi improponibili, per acquisti ancora da fare: ma resta il Last minute, per cui non disperiamo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. JuveMerda77 - 11 mesi fa

    Sono contento per te.
    E credo proprio che ti toglierai delle belle soddisfazioni quest’anno.
    Più di quante te ne saresti tolte a Torino.
    Torna presto.
    Vittorio uno di noi!!!
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROSEMPRE - 11 mesi fa

      Redazione Redazione ….e cosa poteva dire se non questo ? Da noi mica prendeva schiaffoni sulle gengive da Miha ogni fine allenamento…e Vives assieme a Bovo e Moretti mica gli facevano fare “il saltino ” del bocia prima delle partite.. andiamo daiiii anche da noi sarebbe stato bene ed il prossimo anno tornerà con più esperienza e voglia di emergere !! E poi il Chievo a mio parere è una bella squadretta e chi l’ha vista giocare contro l’INDA lo può ammettere..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy