Parigini, l’Under 21 per continuare a crescere: oggi la sfida all’Inghilterra

Parigini, l’Under 21 per continuare a crescere: oggi la sfida all’Inghilterra

Nazionali / L’esterno, secondo le ultime indiscrezioni, dovrebbe però accomodarsi in panchina

di Alberto Giulini, @albigiulini

L’Under 21 italiana sarà impegnata oggi alle 18.30 in una prestigiosa sfida contro i pari età dell’Inghilterra. Tra gli azzurrini è presente anche il granata Vittorio Parigini che, secondo le ultime indiscrezioni, dovrebbe essere partire dalla panchina in favore di Kean e Verde.

CONFERMA IN GRANATA – Sta vivendo un momento positivo l’attaccante granata, che in questa stagione è riuscito a ritagliarsi uno spazio anche nel Toro dei grandi. Mazzarri ha avuto modo di valutarlo in ritiro, dove Vittorio ha lavorato duramente per convincere il tecnico a concedergli una chance. L’impegno mostrato in estate ha portato alla conferma per il giocatore cresciuto nel vivaio granata, che ha avuto così modo di esordire in prima squadra nonostante l’importante concorrenza sulle corsie e sulla trequarti.

Torino, è UFFICIALE: confermato il rinnovo di Millico fino al 2023

FIDUCIA DEL TECNICO – Mazzarri ha più volte dimostrato di riporre grande fiducia in Parigini, che in questo avvio di stagione ha collezionato una presenza dal primo minuto e sei spezzoni di gara. Il tecnico lo ha spesso inserito in momenti cruciali, come ad esempio contro il Frosinone, quando Vittorio ha fatto il suo ingresso in campo dopo il pareggio dei ciociari. E il giocatore, sul campo, ha sempre mostrato ottime qualità abbinate a grande grinta, meritandosi gli elogi di Mazzarri. Ora arriva la gara con gli Azzurrini, da sfruttare al meglio per continuare un periodo positivo e continuare ad accumulare esperienza.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13814870 - 4 mesi fa

    parigini dal primo minuto….e come gioca…che cross perfetto per il gol..bravissississimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 4 mesi fa

    Una volta dall’inizio, ma quasi sempre per non più di 10 minuti, e anche molto meno.
    Questa per me non è “considerazione” da parte di Mazzarri, che non gli dà il tempo necessario per esprimersi. Quasi sempre, nelle pagelle:
    PARIGINI S.V.
    In compenso, se la squadra non va bene, il suo nome compare nel calderone di coloro che sono scesi in campo e non hanno ben figurato!
    Speriamo ora che, in Nazionale, non gli tocchi la stessa sorte!
    Edera, perché nel Toro l’allenatore non lo fa mai giocare, il posto in Nazionale lo ha già perso!!!
    Eraldo Pecci ieri diceva: “Valorizziamo i giovani cresciuti nel Toro”, ed ha proprio fatto i nomi di Parigini ed Edera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Grizzly - 4 mesi fa

      Il tuo discorso non fa una piega…. ma al posto di chi? Mica lo puoi mettere al posto di De Silvestri dal 1° minuto, non è adatto a difendere per 90 minuti e se giochi a 3 dietro sei obbligato aanche a coprire altrimenti ti infilano come il burro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 4 mesi fa

        Permetto che non sono affatto una “stratega”, ma provo a dire la mia.
        Parigini è versatile: nasce attaccante, poi lo trasformano in centrocampista.
        – A destra, ma non sostituto di De Silvestri, bensì di Falque, visto che tanto Mazzarri Edera non lo fa mai giocare.
        – Al centro, come trequartista, in pratica come sostituto di Baselli, quando c’è bisogno di un cambio.
        Vedo infinitamente meglio Parigini,che non il “fantasma” di un giocatore che si chiamava Soriano.
        – Soprattutto però a sinistra. Più arretrati possono giocare Djidji, Aina o Ansaldi. Più in avanti, a supporto delle punte, vedrei molto bene Parigini.
        In sostanza tutti i ruoli finora coperti da Berenguer (mai così brillante, per me poco convincente) potrebbero essere svolti egregiamente da Parigini.
        I due ragazzi “se la potrebbero giocare” e il dualismo potrebbe essere un incentivo a fare sempre meglio.
        Infine, anche fisicamente, io vedo meglio Parigini: altrettanto veloce, ma nei contrasti molto più “fisico”, più solido e robusto dello spagnolo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Grizzly - 4 mesi fa

          Al posto di Iago potrebbe andare bene, ma onestamente tu terresti fuori Iago e metteresti lui dal 1° minuto? Penso di no e quindi più di 10 minuti difficilmente potrà mai fare in quel ruolo.
          Al posto di Baselli non è adatto perchè devi comunque avere delle caratteristiche da centrocampista (impostare gioco, aggredire i portatori coi tempi giusti, fare da raccordo…), tutto si può provare, ma non ce lo vedo proprio e comunque il Baselli di adesso per noi e imprescindibile e quindi anche in questo ruolo potrebbe fare pochissimi minuti.
          A sinistra se giochi a 3 in difesa è lo stesso discorso di De Silvestri devi saper difendere… e non penso proprio che regga per 90 minuti, va bene gli ultimi minuti dove con il suo fisico può spingere e coprire.

          Per me è un giocatore da esterno di attacco e basta, ma visto che ho giocato solo a bassi livelli probabilmente mi sbaglierò.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Madama_granata - 4 mesi fa

            Tranquillo, hai sicuramente giocato più di me!
            Inevitabili
            Falque e Baselli titolari; purtroppo, però,ci sono le squalifiche, gli infortuni (speriamo mai!) e qualche “20-30 minuti”, per far rifiatare i compagni esperti! E poi c’è la Coppa Italia!
            Sul discorso “Berenguer” come la pensi,
            visto che lo spagnolo gioca spesso?

            Mi piace Non mi piace
          2. Kieft - 4 mesi fa

            Berenguer ha i piedi buoni, il fisico si migliora i piedi no…sbagli a bocciarlo a questa età….il problema è L allenatore che non sfrutta tutti gli esterni che abbiamo ….mi spiace ma a me mazzarri non piace proprio

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy