Parigini: “Vorrei avere più spazio nel Toro. Mazzarri? Come un papà”

Parigini: “Vorrei avere più spazio nel Toro. Mazzarri? Come un papà”

Il granata dopo Italia-Germania: “E’ un periodo no, ma abbiamo giocato bene”

di Marco De Rito, @marcoderito

“Vorrei avere più spazi nel Torino”. Vittorio Parigini, in zona mista, dopo la sconfitta dell’Italia Under 21 contro la Germania, si presenta comunque molto carico. Il granata ha voglia di far vedere quanto vale anche tra le fila della propria squadra – dopo esser andato a segno anche oggi contro i tedeschi – ma specifica: “rispetto le decisioni dell’allenatore”. Sul rapporto con Mazzarri l’ala poi racconta: “Ho un ottimo rapporto, è come un papà, mi aiuta e mi dà consigli”.

Sulla sconfitta dell’Italia poi commenta: “È un periodo no, ma abbiamo disputato una buona prestazione. Non ci aspettavamo questa sconfitta. Nella prima frazione di gara abbiamo aggredito molto e siamo passati in vantaggio, poi siamo calati nel secondo tempo e sono loro sono stati bravi portare a casa la vittoria”. Sulla sua rete poi afferma:  “Il gol conta ma io cerco sempre di aiutare la squadra”. Infine l’azzurrino chiosa: “Il gap da Germania e Inghilterra non esiste, siamo alla pari e potevamo vincere tutte e due le partite. Bisogna metterci più attenzione, all’Europeo sarà diverso. Ora ci rivediamo a marzo e cercheremo di tornare al successo”.

 

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14016513 - 4 mesi fa

    ecco pare chiaro ,nn far giocare i giovani granata e come castrare un toro….svegliamoci per favore….per far giocare gli acquisti rimangono sempre terza scelta. .acquistate dove serve nn dove far arrugginire i giovani GRANATA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Kieft - 4 mesi fa

    Il fatto che avevano dato il diritto di riscatto al Benevento la dice lunga di quanto capiscono di calcio i vertici del Torino attuale e mihalovic …….ventura difficilmente a sbagliato giudizi sui giovani…..quelli che ha bocciato contro l’ opinione pubblica non hanno fatto nulla ( bellomo e Sansone) mentre gli altri hanno generato plusvalenze. Rivoglio ventura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14010721 - 4 mesi fa

    Mi scusi Madama_Granata, ma nel calcio moderno non ci sono più giocatori che giocano per la maglia. Loro fanno un lavoro che dura più o meno circa 20 anni e devono guadagnare il più possibile in questo lasso di tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14010721 - 4 mesi fa

    Mi scusi ma nel calcio moderno non ci sono giocatori che giocano per la maglia. Loro fanno un lavoro che dura se Turro va bene circa 20 anni. E devono guadagnare il più possibile in questo lasso di tempo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-14010721 - 4 mesi fa

    Mi scusi ma giocatori che giocano per la maglia non ci sono più. Fanno un lavoro che dura più o meno 20 anni e devono guadagnare il più possibile in questo lasso di tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-14010721 - 4 mesi fa

    Mi scusi ma nel calcio moderno giocatori che giocano per la maglia non ci sono più. Giustamente fanno un lavoro di circa 20 anni e devono guadagnare il più possibile in questo lasso di tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Conta7 - 4 mesi fa

    Testa calda, il buon Vittorio, fin dai tempi di Perugia…
    E a maggior ragione è molto bello sentirlo parlare in questo modo, si vede che il lavoro razionale e di preziosa valorizzazione del Mister sta dando i suoi frutti.
    Era di fatto sulla lista di partenza, ma con il lavoro si sta ritagliando i suoi spazi: speriamo che continui su questa strada!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Madama_granata - 4 mesi fa

    Per lui sarà come un papà, ma per gli altri è un allenatore, visto che li mette in campo e li fa giocare!
    Parigini: bravo, volonteroso, meritevole,entusiasta, tifoso, pieno di speranze, ma, mi auguro, non così tanto ingenuo da farsi scavalcare dai colleghi più “furbi”, da quelli a cui, del Toro, non interessa proprio nulla!
    Da quelli che non soffrono per le sconfitte e non gioiscono per le vittorie, ma che si preoccupano solo della loro carriera e delle possibilità di aporodare, prima o poi, in uno “squadrone” da Champions, con stipendi esorbitanti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy