Parma-Torino, Donadoni: ”Disgustato da quanto successo. Chi ha sbagliato paghi tutto”

Parma-Torino, Donadoni: ”Disgustato da quanto successo. Chi ha sbagliato paghi tutto”

Verso Parma-Torino:/ L’allenatore gialloblù: ”Pronti a giocare, ma situazione non è normale”

Ecco le parole di Donadoni nelle conferenza stampa della vigilia di Parma-Torino. Purtroppo come prevedibile si è parlato pochissimo di calcio giocato e molto, ovviamente, della situazione societaria del Parma, appena fallito ufficialmente: ”Va bene sapere che ci sono dei curatori fallimentari, è una linea ed è già qualcosa di sicuro. Continueremo di cercare a fare il meglio possibile. Come allenatore sto cercando di fare ogni giorno il mio dovere, quello che si è detto dall’esterno mi ha sempre lasciato indifferente. Dal punto di vista umano questa vicenda è stata una grandissima delusione. E’ fastidioso rendersi conto che il mondo ci ha circondato in questi mesi è fatto solo di persone opportuniste, che hanno pensato solo a se stesse e poco agli altri. Questo fatto mi ha deluso, disgustato e tolto molte energie. Dobbiamo però essere forti noi e i ragazzi; purtroppo coloro che pensano agli altri vengono spesso sopraffatti da chi ragiona per il proprio tornaconto. Questa è una cosa brutta, cose simili non devono più capitare in futuro. Certe persone non sono degne di stare nel mondo sportivo. Siamo stati presi in giro e raggirati ma non da Manenti, che è già in galera, ma va scandagliato tutto il pregresso. Le cose così non devono e non possono più funzionare. C’è chi ha permesso che questo potesse accadere”.

Si parla poi del mantenimento del titolo sportivo e il mister si dice pronto ad impegnarsi :”Fare sacrifici per salvare il titolo sportivo? Per me non è un problema, l’ho sempre detto che non è un problema di soldi. Ma non perché ne abbiamo così tanti; quello è un discorso che fa chi parla tanto per parlare. Tutto quello che sarà necessario fare per far restare questa società nel calcio conta io sono pronto a farlo. Ma chi ha sbagliato deve pagare in maniera pesante, non c’è nessuna scusante. Hanno messo questa società in ginocchio, adesso è giusto che ne paghino le conseguenze”.

Dal punto di vista sportivo c’è purtroppo poco da dire: ”Abbiamo l’opportunità di giocare e di far vedere la nostra professionalità. Ma il fatto che giochiamo non deve fare pensare che questa sia una situazione normale, perché di normale non c’è  e non ci sarà nulla fino alla fine del campionato”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy