Rampanti: “I giocatori si sono liberati di un peso: prima era un esame continuo…”

Rampanti: “I giocatori si sono liberati di un peso: prima era un esame continuo…”

Parola al Mister / Il nostro Rosario Rampanti analizza la vittoria contro il Bologna: “I calciatori sono una razza strana, han sempre bisogno di nuovi stimoli e con Miha non ne avevano più”. E su Niang…

I granata sono finalmente tornati alla vittoria casalinga, e lo han fatto alla prima partita di Mazzarri sulla panchina granata. Una vittoria netta, quella di Molinaro e compagni contro il Bologna, e per capire meglio come si è arrivati ad una prestazione così convincente, abbiamo chiesto un paio di cose al nostro “mister” Rosario Rampanti.

Serino, contro il Bologna stesso modulo e stessi giocatori di Mihajlovic. Eppure, la squadra di Mazzarri è sembrata già un’altra…

Quando si cambia allenatore, esce sempre qualcosa in più dai giocatori in campo. Mazzarri non ha potuto incidere in quasi niente, ma i giocatori sono una razza particolare: hanno bisogno di nuovi stimoli. E ormai con Miha non ne sentivano più.. Il fatto stesso che determinati giocatori come Niang o De Silvestri – le cui prestazioni negative avevano contribuito al suo esonero – siano stati tra i migliori in campo fa riflettere…

Il Toro contro il Bologna non ha solo vinto, ma ha anche convinto – dominando in lungo e in largo.

Il calcio è questione di doti tecniche ma soprattutto di determinazione. Quando sei più determinato e hai valori tecnici maggiori, le partite le vinci. Poi ci sono sempre gli episodi che ti danno positività, come quello del rigore parato da Sirigu ad esempio… O come gli errori individuali altrui: Pulgar ha sbagliato tutto anche sul gol di Niang, per dire. Sono episodi, ma se la squadra è determinata e mette qualità allora la vittoria non può che arrivare. Nel Torino di Miha non si vinceva perché non veniva fuori la personalità di alcuni giocatori, non bastano le doti tecniche… Miha non era più ascoltato.

Ieri Niang ha giocato la sua migliore partita da quando è al Toro. Che cosa è successo?

Faccio un inciso. Ogni settimana io collaboro con la vostra rubrica, e se vai a vedere io avevo rimproverato i tifosi quando si erano accaniti singolarmente con i giocatori. E questa è la dimostrazione che gira e rigira i giocatori vanno sempre aiutati. Su Niang sono stati fatti almeno due errori: si è avuto fretta di farlo giocare quando non era nelle condizioni psico-fisiche per farlo, e poi lo si è fatto giocare largo a sinistra anche quando non c’era Belotti. Non puoi relegarlo lì, non ha le caratteristiche per fare le sovrapposizioni… Va fatto giocare davanti. Sono stati fatti due errori madornali, che sono costati tanto.

Torino FC v Bologna FC - Serie A

In generale, la squadra è sembrata più “leggera”, meno impaurita. Anche calciatori come Baselli han giocato con più tranquillità…

La squadra è come se si fosse liberata da un peso, i giocatori erano più leggeri. Si sentivano oppressi: sono stati liberati da un esame continuo. Questo cambio a Baselli farà bene perché con Miha ha sempre avuto un rapporto molto travagliato. Pima di guerra, poi di pace… Ma non si sono mai piaciuti, nonostante le dichiarazioni di pace. Mi sembra un giocatore liberato. Secondo me adesso andrà in crescita. Io punterei molto sul suo miglioramento…

Il Toro adesso si affaccia alla pausa invernale con il mercato aperto, e con alcuni giocatori che potrebbero partire.

Sì. Su Boyé, la scorsa settimana avevo detto che era meglio che andava via e in fretta, forse adesso ci ripenserei.. Certo, ora società e allenatore devono decidere cosa fare in questo spazio di mercato, e capire chi ha la possibilità di giocare e chi no. Forse lui ha bisogno di andare via per se stesso e per trovare continuità, ma il Torino non deve mollarlo del tutto… E nello stesso tempo liberando lui, dai spazio ad Edera ed altri.

Torino FC v SSC Napoli - Serie A

Dopo la pausa, potrebbe tornare anche Belotti. Quanto pensi che potrà giovare il nuovo allenatore al Gallo?

Sarò molto franco su Belotti. Mazzarri sarà di grande aiuto per il Gallo, e anche la rinascita di Niang potrà esserlo. Il Torino ieri ha dimostrato di aver ritrovato un giocatore molto interessante, e di poter fare una grande partita anche senza Bleotti, che ora deve tornare quello che era prima – perché quest’ultima gara gli ha fatto capire che il Toro può vincere anche senza di lui. Ora ha concorrenza, ed è una cosa che fa sempre bene: deve tirare fuori tutto quando tornerà. L’allenatore farà giocare chi gli porterà a vincere le partite: dovrà esserci anche lui, ma deve tornare quello vero.

Questa pausa arriva al momento giusto secondo te?

Bisogna vedere come imposterà il lavoro organico/atletico l’allenatore in questa sosta. Queste pause vengono utilizzate per accumulare energie che poi ti serviranno fino a fine campionato. Da come la squadra reggerà atleticamente la situazone, si vedrà se questa pausa ha fatto bene. L’entusiasmo post Bologna potrà aiutare a lavorare bene in questa pausa: è un grosso aiuto per questo lavoro che poi sarà importantissimo.

25 commenti

25 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Luke90 - 1 settimana fa

    Penso che sabato avremmo vinto anche se in panchina ci fosse stato Paperino e avremmo vinto anche se il Bologna avesse realizzato il rigore. E avremmo vinto uno perché, e sono d’accordissimo con Rampanti, i giocatori si sono tolti un peso (per mia convinzione ho spesso sostenuto che il problema era/è nella testa e in Miha) e, secondo, perché questo Toro è più forte del Bologna così come di tante altre squadre solo che non riusciva ad esprimerlo ..episodi a parte. Punto.
    Io non so se Mazzarri sarà la panacea… io ho fiducia in questa squadra.
    E so che molti storceranno il naso.. ma ho fiducia anche nella società.
    Il percorso è lungo e lento (lo so)… ci siamo smarriti per 18mesi.. ora è tempo di rimettersi in marcia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Joker - 1 settimana fa

    Penso che l’unica cosa che è cambiata sono gli episodi se il rigore non fosse stato parato sarebbe stato un altro pareggio e giù critiche anche al nuovo allenatore. Ritengo invece che quello che mancava al Toro era la fiducia, Niang era già diverse partite che giocava bene, in netta evoluzione Baselli e Falque anche se ha segnato e la mano di un tecnico non si vede dopo una partita ma questa vittoria dà morale e speriamo di continuare a vincere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 1 settimana fa

    Tanti han scritto quando si criticava miha che un allenatore, cosa vuoi, dara’ magari un 20%.
    Io credo che miha togliesse alla squadra e al di la del 433 o del 4231 scolastico senza flessibilita’ e della mancanza di suggerimenti durante le partite, della mancanza di leggere le partite e fare i cambi giusti in corso, Miha in questo anno e mezzo ha TOLTO al torino.

    Ha tolto la serenita’ di giocare a calcio, perche’ non credo che fosse un simpaticone negli spoglioi, parlava poco e spesso per mezzo della stampa a insultare le varie lavatrici e eunuchi senza palle.

    La tranquillita’ e un assetto leggermente diverso e passaggi filtranti diversi han fatto la differenza.

    Ora mi chiedo, avendo una squadra con cosi’ tanti attaccanti, a parte sistemare le cose al centrocampo a Gennaio, ma tenere questo modulo? O giocare con un 343?

    Secondo me non sarebbe male, vediamo a quanto si estende l’intelligenza e il pragmatismo di Mazzarri, in ogni caso io su quest’allenatore ci conto proprio.

    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 1 settimana fa

      Probabilmente hai ragione. Miha era effettivamente perennemente tarantolato e magari eccessivamente sincero di fronte alla stampa…tuttavia aspettiamo che Mazzarri prenda saldamente in mano la squadra…di buono pare già esserci la capacità di correzioni in corsa in base alle mosse dell avversario, aspetto che purtroppo con miha era insoddisfacente…però direi che non dobbiamo infilare eccessivamente il coltello nella piaga, miha ha purtroppo sbagliato molto ma io rimango dell idea che ce l abbia messa tutta e con passione…voglio pensare che lui sia contento che il Toro abbia vinto, e magari tutto questo gli servirà per migliorare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. tric - 1 settimana fa

        Più che sincero era cafone, e lo sarà certamente stato anche con i giocatori (vedi lavatrice, ecc.)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 1 settimana fa

          non era pagato per essere educato e negli spogliatoi anche i giocatori rispondono a modo…penso che se tra i requisiti per scegliere un mister ci mettiamo anche buona educazione, uso dello smoking, conoscenza di almeno cinque lingue e magari pure la bella presenza stiamo freschi…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ALESSANDRO 69 - 1 settimana fa

      Scusa prawn , intanto confermo la mia convinzione che un allenatore può incidere al massimo per un 20% ,perchè si può essere bravissimi tecnici ma in campo alla fine vanno i giocatori e se hai giocatori forti potrai riuscire a vincere qualcosa altrimenti ti devi accontentare di qualche partita giocata sopra le righe e qualche impresa episodica nulla più. Magari posso convenire che se il tecnico è un incompetente allora quel 20% negativo può essere devastante.
      Ora però mi devi spiegare come fai a sapere se negli spogliatoi era simpatico oppure un musone che parlava poco….???? Ti allenavi con loro per tutta la settimana….?????
      Scusami eh non voglio apparire polemico e nemmeno fazioso , Miha ha sicuramente commesso i suoi errori e sicuramente ha i suoi limiti tattici , sicuramente ha un carattere, almeno apparentemente, spigoloso ma suvvia sarà mica stato il lupo mannaro….?????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13725775 - 1 settimana fa

    secondo me l’ unica differenza, nella partita con il Bologna,è stato il pressing alto con la difesa un po’ più alta e quindi più corta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. torinodasognare - 1 settimana fa

    Contento per tutto, ma giocare leggeri di testa contro il Bologna non mi pare una una grande prova di carattere. Aspetto squadra e allenatore contro le squadre forti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

    Su una cosa Mihailovic ha sicuramente toppato, qui Serino ha centrato in pieno il problema,
    ha voluto fortemente Niang ma ha avuto troppa fretta di buttarlo in campo, a questo giocatore andava dato il tempo necessario per recuperare dal punto di vista fisico e psicologico.
    quanto alla collocazione da esterno sinistro , probabilmente lo ha impiegato lì per permettere a Liajc di giocare da trequartista che è la sua posizione preferita. Ovviamente non poteva metterlo da centravanti perché altrimenti avrebbe dovuto togliere Belotti e non era proprio il caso.
    Gli è andata male, Niang era completamente avulso dalla partita e fin quando non ha ripreso la sua posizione di centravanti ,al posto dell’infortunato Belotti non ha mostrato nulla delle sue enormi potenzialità.
    Qualcuno sostiene che sia stata una mossa folle, io non sono del tutto d’accordo, anni fa una mossa simile la fece Mourinho con Etò , certo probabilmente l’autorevolezza di un tecnico di quella levatura giocò un ruolo fondamentale ,fatto sta che Etò fece la sua porca figura anche da esterno sinistro, però si trattava di Etò……..
    Sul resto , pur avendo io sempre difeso Miha, dopo la partita contro la fiorentina sostenni su queste righe che la società avrebbe dovuto indagare a fondo per capire se i giocatori seguivano ancora il tecnico oppure no , in tal caso andava esonerato al momento. Che dire…??? Evidentemente qualcosa o qualcuno ha impedito che questa decisione fosse presa in quel momento….
    Speriamo di aver imboccato la strada giusta. Mazzarri è comunque un signor tecnico e ha tutti i numeri per fare bene….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 2 settimane fa

      comunque il niang visto domenica anche da esterno con libertà di accentrarsi e tirare non sfigurerebbe. naturalmente mio parere, ma ha tecnica, fisico, corsa tutte cose che i migliori esterni DEVONO avere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Filadelfia - 1 settimana fa

        Il ruolo giusto di Niang è al centro dell’attacco servito in profondità nel ribaltamento dell’azione con contropiede manovrato. Fa valere il fisico e la falcata.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Wallandbauf - 1 settimana fa

          Pensiamo a recuperare il gallo che è meglio..niang spero venga ceduto quanto prima a titolo definitivo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granat....iere di Sardegna - 1 settimana fa

      Niang è una punta di movimento ossia una seconda punta. Probabilmente può fare anche l’ala sx ma con qualcuno dietro…insomma nel 343, lo fa benissimo Gasperini ma non credo che Mazzarri non lo sappia fare così come potrebbe fare un 3412…sarò suonato ma vedrete che riuscirà a fare anche il 3232…Comunque mi ha incuriosito la considerazione di serino su baselli, che dicono sia tra quelli che sono andati a salutare il mister uscente…insomma i calciatori sono una razza strana, probabilmente anche con una buona dose di paraculaggine

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Luke90 - 1 settimana fa

      Io su Miha ho detto tutto quello che penso da prima che venisse ingaggiato… ma non credo abbia sbagliato su Niang (che anche io ho criticato) … ovvio con il senno di poi è sempre troppo facile … Se un allenatore crede in un giocatore ci sta che lo voglia .. poi può andar bene o male… forse lo ha gestito male, forse lo ha troppo responsabilizzato, forse bisognava lavorare sulla testa di Niang .. non lo so .. penso sia qui l’errore. La gestione del giocatore non l’averlo voluto.

      Oggi c’è chi dice che Belotti doveva essere ceduto … che poi sarebbero gli stessi che avrebbero detto che, nel caso Belotti fosse stato ceduto, che con Belotti saremmo stati tutta un’altra cosa… Ripeto è troppo facile … dopo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Junior - 2 settimane fa

    Capisco l’analisi di Serino che è sempre sagace e al punto. Io non darei tutte le colpe a Miha, che seppur ha fallito, ma si sa Torino è anche una piazza dai mai cuntent…quindi difficile da gestire.
    Vero è che ad un certo punto la situazione ha avuto uno scollamento ma mai mi è sembrato che i giocatori siano stati contro il mister, anzi credo Miha ha sempre riscosso grande rispetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-13720890 - 2 settimane fa

    Edera deve rimanere. Boye va ceduto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maraton - 2 settimane fa

      io invece manderei a giocare edera dove potrebbe scendere in campo tutte le domeniche. un altro anno avremmo un giocatore già pronto ed affidabile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. luna - 2 settimane fa

    L’allenatore costruisce la squadra applicando moduli in base alle caratteristiche dei calciatori e non si ostina a farli giocare fuori ruolo per portare avanti le sue convinzioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. FVCG'59 - 2 settimane fa

    Dalle parole di Serino, traspare abbastanza chiaramente che non c’era più feeling tra Mister e squadra. Io avevo questa sensazione da un po’ di tempo (dal di fuori) e mi lascia molto stupito però che la Società, che queste sensazionali le vive dall’interno tutti i giorni, non si sia decisa a questo cambio molto prima…
    Comunque ora inizia il vero lavoro per Mazzarri: entrare nella testa dei giocatori, motivarli, farli diventare un gruppo affiatato e modivato al raggiungimento dell’unico, ma ancora reale, obiettivo della stagione: l’Europa League.
    Dovrà anche capire chi potrà rimanere e diventare l’ossatura del Toro prossimo venturo e chi invece è meglio che venga ceduto, in quanto non funzionale alla causa: BUON LAVORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Junior - 2 settimane fa

      Probabilmente i contatti con Mazzarri erano iniziati già da tempo, ma la cosa ha necessitato di più fasi in quanto era legato al Watford fino al 2019. Quindi presumo ci sia stata una trattativa vissuta sottobanco da quando il rapporto tra Miha e la società si è definitivamente incrinato. Probabile dalla partita con la Spal.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Filadelfia - 1 settimana fa

        Era già incrinato dopo Firenze (vedi dichiarazioni di Petrachi post Firenze). Si aspettava occasione giusta x presentare conto ma avevano già bloccato Mazzarri a novembre.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Chicchirichì - 2 settimane fa

    Se non erro dei 15 giorni di pausa, 7 non serviranno a nulla poiché la squadra sarà in ferie. Quindi Mazzarri avrà solo una settimana e non 2. Per lo stesso motivo il mercato sarà in standby fino a quando l’allenatore non avrà fatto le sue valutazioni e cioè a partire da domenica 14…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granatadellabassa - 2 settimane fa

    Mi chiedo come sia possibile che un allenatore non sappia collocare in campo dei giocatori che ha avuto modo di allenare. E che soprattutto ha richiesto fortemente.
    Mi riferisco a Niang e Ljajic che certamente non sono esterni puri. Mah!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Simone - 2 settimane fa

    Uno tra Boyè ed Edera forse è meglio che facciano (x il loro ed il nostro bene) un po’ più di minutaggio altrove.
    Quest’anno c’è poco spazio e 6 mesi altrove può solo che fargli bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy