Serie A, continua la corsa all’Europa

Serie A, continua la corsa all’Europa

Da venerdì a domenica si definiranno meglio le aspirazioni europee delle squadre impegnate nella bagarre europea. In coda, ultima chiamata per Siena, Palermo e Pescara. 
Con la testa alla sfida Champions del Camp Nou, il Milan
Commenta per primo!
Da venerdì a domenica si definiranno meglio le aspirazioni europee delle squadre impegnate nella bagarre europea. In coda, ultima chiamata per Siena, Palermo e Pescara. 
Con la testa alla sfida Champions del Camp Nou, il Milan sarà la prima squadra a scendere in campo per la ventottesima giornata di Serie A. I rossoneri affronteranno il Genoa a Marassi e dovranno rimanere concentrati per mantenere il terzo posto e avvicinarsi al Napoli.
L’Europa è l’obiettivo anche della Roma, impegnata sabato al Friuli contro l’Udinese. Totti e compagni sembrano aver ritrovato serenità e gioco e proveranno fino all’ultimo a giocarsi il posto per entrare in Europa League, sognando il colpaccio Champions.
Domenica a pranzo Christian Bucchi si accomoderà per la prima volta sulla panchina del Pescara. Contro l’Atalanta per gli abruzzesi sarà probabilmente l’ultima chiamata. Poche e fragile comunque le speranze di risalita.
Alle 15.00, oltre al Toro di scena a Parma, in primo piano il confronto salvezza tra Palermo e Siena. Al Barbera per entrambe le squadre i tre punti sono d’obbligo così da poter andare a meno due dal Genoa (in caso di sconfitta dei rossoblu contro il Milan). Le prime della classe, Juve e Napoli incontreranno rispettivamente Catania e Chievo. Altra pretendente per l’Europa che conta è l’Inter che dopo il rimontone di Catania cercherà di rimanere in scia dei cugini – e nel caso superarli – battendo il Bologna, avversario ostico visto il buon stato di forma e un Diamanti sugli scudi. Riguardo al Cagliari, continua la telenovela Is Arena: la sfida contro la Sampdoria si giocherà a porte chiuse come è accaduto contro il Toro e a nulla è valsa la manifestazione di ieri di squadra, tifosi e società che chiedevano la riapertura dello stadio.
A completare la tre giorni di A, il posticipo all’Olimpico tra Lazio e Fiorentina. La squadra di Petkovic cerca il rilancio dopo le tre sberle prese dal Milan e la dubbia espulsione di Candreva della scorsa settimana. La Fiore, invece, vuole tornare a calcare  grandi palcoscenici e dovrà dimostrare di esserne all’altezza. 
 
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy