Torino, a San Siro con sicurezza e fiducia

Torino, a San Siro con sicurezza e fiducia

Verso Milan-Torino / Granata nella Scala del Calcio da favoriti: merito di programmazione e lavoro

Commenta per primo!

Due facce opposte del calcio, due parabole inverse e paradigmatiche: Milan-Torino di domenica sera sarà questo. Una partita di calcio che metterà di fronte chi sta ottenendo più del previsto grazie a lavoro, pazienza, fiducia in un progetto e programmazione e chi invece negli ultimi anni ha sbagliato tutto quanto potesse essere sbagliato, pur partendo da una posizione decisamente più alta.

TORO A SAN SIRO…DA FAVORITO – Fa effetto, il Torino si presenta a San Siro a giocare contro il Milan avanti di cinque punti in classifica e favorito per la vittoria. Ormai però i granata si stanno abituando alla parte sinistra della classifica, mentre i rossoneri sprofondano sempre più indietro. La sfida di domenica sera sarà molto più importante per i granata, che grazie alla vittoria contro il Chievo, alle concomitanti sconfitte di Sampdoria e Inter e ai problemi legati alla licenza Uefa del Genoa possono ancora cullare un piccolo sogno di Europa. Sulla carta i ragazzi guidati da Giampiero Ventura possono portare a casa i tre punti, attenzione però all’orgoglio del Milan: in una stagione così disastrosa Inzaghi tenterà di salutare per l’ultima volta San Siro con un successo e i ‘diavoli’ saranno nella situazione di non aver più nulla da perdere, avendo già collezionato una delusione dopo l’altra quest’anno.

EQUILIBRIO NELLE ‘ROTAZIONI’ – Le ottime prestazioni di Gaston Silva e Jansson contro il Chievo dimostrano che ruotare i giocatori in maniera ‘controllata’ è il compromesso ideale per dare spazio a chi ha lavorato tanto e giocato fino ad ora poco senza però snaturare l’equilibrio di squadra. Anche contro il Milan qualche cambio sarà obbligato visto le diverse indisponibilità; a questo punto però tanto vale giocarsi le ultime due sfide con gli uomini migliori a disposizione per cercare di incamerare sei punti, eguagliare la ‘quota 57’ dello scorso anno e poi vedere se questo è sufficiente per tornare a sentire la musichetta dell’Europa League o no.

GLI ALTRI RISULTATI – E’ chiaro che visto il sogno europeo del Toro non dipende solo dai propri risultati sarà importante vedere cosa faranno Inter e Samp. Entrambe giocheranno prima dei granata e sicuramente il risultato di queste due partite influenzerà non poco lo stato d’animo con cui la squadra di Ventura scenderà in campo, è inutile negarlo. Sarà importante però giocare ‘da Toro’ fin dal primo minuto, senza concedere un’ora all’avversario come accaduto contro l’Empoli. Se i granata aggrediranno il Milan e giocheranno con intelligenza e attenzione la vittoria è alla portata. E sbancare due volte San Siro in un campionato, Europa o non Europa, non sarebbe comunque una cosa da poco…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy