Torino: Belotti senza Quagliarella, e il turnover funziona

Torino: Belotti senza Quagliarella, e il turnover funziona

Le seconde linee / La partita di ieri ha dimostrato che il Torino può scendere in campo sempre con 11 titolari. Questo farà la differenza già a partire da sabato, contro una Juventus in ritiro forzato fino al derby

Andrea Belotti strattonato da Armando Izzo. pareggio

La panchina del Torino di ieri era piena come non mai di giocatori che normalmente godono del posto fisso in campo: Quagliarella, Baselli e Bruno Peres, tra gli altri, si sono accomodati a bordocampo, tenuti a riposo anche in vista dell’imminente derby di sabato prossimo. Tuttavia la differenza rispetto al solito non si è sentita, anzi: Zappacosta ha giocato la sua miglior partita finora in granata, Acquah ha tenuto alla grande le redini del centrocampo, mentre il tandem d’attacco Belotti-Maxi Lopez si è mosso sempre con intesa e tempi giusti. Sembra un paradosso, ma il reparto che ha convinto di meno contro il Genoa è stato la difesa, che vedeva schierati tutti i titolarissimi, anche a causa di una mancanza di vere alternative.

Zappacosta pagelle di torino-genoa
Zappacosta ha sostituito alla grande Bruno Peres

La prova del turnover, dunque, è stata superata in pieno dai granata, che hanno dimostrato ancora una volta le giuste scelte operate dalla società durante il mercato estivo, portando sotto l’ombra della Mole una serie di giocatori potenzialmente da prima fascia, tutti capaci di dare il loro contributo se chiamati in causa dal 1′. Questa qualità, nel lungo periodo, potrà fare la differenza, quando le partite conteranno di più e le gambe saranno più pesanti. Lì il Toro potrebbe spiccare il volo, a differenza dell’anno scorso, quando la fatica di una stagione lunghissima si andò a depositare nei muscoli proprio nel momento topico della rincorsa all’Europa.

Acquah ha convinto da titolare contro il Genoa
Acquah ha convinto da titolare contro il Genoa

Sabato, dunque, sarà un Torino relativamente fresco quello che andrà a far visita allo Juventus Stadium a una squadra bianconera che affronta uno dei momenti più delicati degli ultimi anni. Da dominatrice a dodicesima il passo è stato più breve di quanto immaginato, e la sconfitta in serata contro il Sassuolo ha peggiorato le cose, inducendo Allegri a chiamare un ritiro forzato fino a sabato. Anche il tecnico bianconero ha provato a lasciare un po’ di riposo ai suoi, con le fasce presidiate da Sturaro e Alex Sandro, ma lasciando comunque in campo Pogba, Cuadrado e la difesa titolare (che contro i granata dovrà fare a meno di Chiellini, espulso). Certamente non la situazione più serena possibile dunque per i bianconeri.

L’infrasettimanale accorcia i tempi e le attese: il derby è già vicino, il Toro è fresco e il guanto è già lanciato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy