Torino-Bologna, a centrocampo Acquah-Donsah: il Ghana nel cuore e la Serie A nel destino

Torino-Bologna, a centrocampo Acquah-Donsah: il Ghana nel cuore e la Serie A nel destino

Il testa a testa / Entrambi nativi di Accra, oggi in mezzo presenteranno un duello tutto muscoli ed esplosività

1 Commento
pareggio Inter Acquah

Quando si nasce centrocampisti in Ghana, da qualche anno a questa parte, bisogna passare sotto un varco cui nessuno scampa. Assomiglia ad Essien. E’ un paragone cui nessuno si può sottrarre: non ci sono riusciti neppure Afriyie Acquah e Godfred Donsah, che, nel sognare di ripercorrere la carriera di uno dei giocatori più rappresentativi della loro nazione, stanno tracciando lo stesso percorso: la Serie A per raggiungere Ghana e vittorie.

Donsah
Godfred Donsah, 19 anni e tanta voglia di crescere

Sebbene di Acquah si parli in Italia da moltissimo tempo, è doveroso sottolineare che il mediano ex Hoffenheim ha solo 23 anni, ma è nel circuito della massima serie da quando ne aveva 19, accumulando una certa esperienza sia in Serie A sia in Bundesliga, dove ha militato proprio con la maglia biancoazzurra. La strada di Donsah è, se possibile, ancora più veloce: l’esordio in Italia arriva al Verona a soli 17 anni. Il suo talento è talmente evidente che, nonostante il Cagliari, che ne detiene il cartellino, sia retrocesso nella passata stagione, viene mandato in prestito al Bologna, per poter continuare il suo processo di crescita nella massima serie, in ottica di una pronta risalita del club isolano.

Due centrocampisti dalle caratteristiche fisiche simili: entrambi molto muscolari, capaci di esprimere una grande esplosività da abbinare a un gioco con i piedi più che discreto. Queste le carte che hanno per stupire in Serie A e conquistare il Ghana: Acquah è stabilmente titolare nella selezione che proverà a conquistare il pass per i Mondiali di Russia 2018. Donsah, per ora, studia nelle nazionali giovanili, cercando di ritagliarsi un posto al sole proprio al Bologna. Forse in nuovo Essien non si cela dentro nessuno dei due, o forse diventeranno loro i termini di paragone dei giovani ghanesi per il futuro, un futuro che parte oggi. La sfida ormai è lanciata: a centrocampo, questa sera, si parlerà la lingua di chi viene da lontano e lontano vuole arrivare.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Catlina - 2 anni fa

    Scrivi sempre molto bene..complimenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy